stai leggendo..
andream, Blog 2006-2009

30 GIUGNO 2008: TUTTO IN UNA MATTINA (o per meglio dire in 40 minuti)

Sabato 28 giugno, ore 09:30. Andrea arriva davanti alla commissione d’esame, stranamente tranquillo. Era l’ultimo atto da studente delle scuole superiori.

Codice e tesina nella mano sinistra, bottiglietta d’acqua nella mano destra, saluta la commissione e si siede sulla sedia che prima di lui aveva già visto sedersi altri suoi 6 compagni di classe, che non sto qui a elencare.

Davanti a lui sette professori sette, stranamente tranquilli e con la voglia di sentire questo personaggio, l’unico minchione con la camicia bianca, camicia che indossata sabato mattina alle 8 del mattino sembrava in lana merinos, dicevamo questo personaggio che dopo aver fatto dei compiti non particolarmente esaltanti, doveva arrivare almeno ad un 23 per raggiungere l’agognato 60 ed essere libero!!!!

 

Andrea inizia a parlare delle sua tesina “La sicurezza nel mondo del lavoro” come se stesse parlando di chi aveva comprato nella squadra del fantacalcio, oppure di un film con Lino Banfi o di Bombolo.

Incredibilmente vede che tutti i sette professori sette, lo stanno ad ascoltare, mentre parla di Legge Biagi o della legge 626/1994. Salta con maestria anche due domande fatte dal presidente di commissione che sembra saperne dell’argomento e poi dopo aver parlato per quindici minuti quindici della tesina fatta due giorni prima, e riletta dalle 6 e mezzo del mattino, risponde alle domande della professoressa di Ragioneria,che lo aveva sopportato nelle tre interrogazioni durante l’anno,  e a quelle della professoressa di Diritto che non avendolo mai visto fa domande ricollegandosi direttamente alla tesina.

Poi tocca ad inglese, un’altra professoressa che l’ha dovuto sopportare per tutto l’anno, ma stavolta Andrea sapeva cosa stava dicendo. Prima il processore, poi l’11 settembre, ed anche questa è andata.

La professoressa di inglese si rivolge ad Andrea dicendogli << Bravo Andrea, finalmente ti capisco quando parli>>.

 

Poi la professoressa di italiano, domande apparentemente facili. Gli unici errori commessi sono stati in Informatica e Matematica, il suo cruccio dai tempi delle elementari.

Il professore di Informatica, con un marcato accento napoletano, essendo lui napoletano, inizia a fare domande delle quali Andrea non ne conosce la risposta, ma ripete esattamente quello che dice il professore e poi Matematica, l’unica materia non ripassata il giorno prima. Prova a rispondere, ma anche grazie alla clemenza del professore l’interrogazione finisce presto.

 

A fine colloquio la professoressa di Italiano, esterna alla scuola, che non aveva mai visto Andrea e tanto meno lui l’aveva mai vista, si rivolge al candidato e gli chiede <<Ma tu da grande vuoi fare l’attore?? >>

 

 

 

 

Annunci

Informazioni su andreamatta23

Il blog di uno studente universitario, di uno speaker radiofonico, di un comico-giornalista in rampa di lancio e di tanto altro.. in attesa di capire il suo destino

Discussione

Non c'è ancora nessun commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

@AndreaMatta23 – Studente, speaker @RadioGolfo, web writer,attore, comico, scout, volontario

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: