stai leggendo..
Calcio

PRANDELLI: LA MIA NAZIONALE BASATA SULLA QUALITA’

Una nazionale meritocratica basata sul rispetto e sulla qualità dei giocatori. Questa in poche parole la conferenza stampa di presentazione del nuovo tecnico della Nazionale, Cesare Prandelli.

Prandelli, uomo preciso e di tutto punto, si è presentato cosi alla stampa. Rilassato, forse un pò troppo, nel rispondere alle domande dei giornalisti, un po’ meno tranquillo il Presidente della FIGC, Giancarlo Abete. Agitato quando i cronisti hanno fatto qualche domanda sulla sua conferma alla carica di presidente del massimo organismo calcistico italiano.
Con il tecnico di Ozinuovi, tutto lo staff dell’esperienza in viola: il vice allenatore Gabriele Pin (ex giocatore del Parma), il preparatore atletico Venturati e il preparatore dei portieri Di Palma

Per Prandelli quello di oggi è il punto più alto della sua carriera. Ha ringraziato il presidente Abete ma anche l’ex commissario tecnico Marcello Lippi e soprattutto la Fiorentina di cui era allenatore fino a un mese fa. <<Alla nazionale non di può dire di no. Con la proprietà viola ci siamo lasciati con grande rispetto>>. Primo obiettivo del c.t. la qualificazione agli Europei del 2012 in Polonia e Ucraina.
La parola rispetto, insieme a meritocratizia e programmazione sono le parole chiave di tutta la conferenza. Le domande poi vanno sui due giocatori di cui l’Italia sportiva e non parla ormai da un paio di settimane: Cassano e Balotelli. Per Cassano, Prandelli ha parole di stima <<Lo vedo molto più sereno>>, mentre per Balotelli le considerazioni sono due: la prima sul vivere in modo sereno questa professione agiata, la seconda invece sugli impegni con l’Under 21, dove occorrerà fare qualche ragionamento in più.
Per le squadra che scenderà in campo nella prima amichevole contro la Costa d’Avorio, Prandelli sembra avere le idee chiare almeno per la difesa dove dovrebbe affidarsi a due difensori che hanno giocato qualche mese assieme. Chiaro riferimento alla coppia Chiellini-Bonucci.
Situazione oriundi <<Per me non c’è nessun problema, se un giocatore ha il passaporto italiano e gioca bene sarà convocato in nazionale>>. Thiago Motta è avvisato.
Buffon sarà sicuramente il nuovo capitano della Nazionale. Cosi come pronosticato anche dall’ex capitan Cannavaro. <<Gigi ha dato grande disponibilità a far parte del progetto>>
Il nuovo ct si è detto favorevole all’uso della tecnologia nel calcio e soprattutto ha chiesto alle squadre di Serie A, soprattutto ai top team di puntare sul giovani
Per Lippi, Prandelli ha parole di stima <<Ha lasciato una buona mentalità, un attaccamento particolare nei giocatori>>
Il suo progetto coinvolge tutti: giocatori, federazione e anche la stampa

Il ct a cui si ispira Cesare Prandelli è Enzo Bearzot, ma quando un giornalista toscano fa notare che l’uomo che salvò l’Italia del dopo Pak do jik nel 1966 fu Ferruccio Valcareggi, tecnico della Fiorentina, il nuovo ct della nazionale sorride.

Ecco la bella faccia della nuova nazionale azzurra. Quella che punta dritta alle qualificazioni per i prossimi Europei e poi, più di altra cosa, punta a non ripetere la magra figura sudafricana nel prossimo Mondiale in Brasile nel 2014.

Ave Cesare !

Andrea Matta

Annunci

Informazioni su andreamatta23

Il blog di uno studente universitario, di uno speaker radiofonico, di un comico-giornalista in rampa di lancio e di tanto altro.. in attesa di capire il suo destino

Discussione

Non c'è ancora nessun commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: