stai leggendo..
Politica

QUARTU, CONSIGLIO COMUNALE. C’E’ CHI PARTE E CHI PARTE A FATICA

Dopo i convenevoli della prima seduta consiliare, la seconda seduta inizia con una buona vena polemica da tutte e due le parti.

Dimezzata la folla sugli spalti del consiglio, via le troupe televisive, fatta eccezione per quella di Sardegna 1, anche il look dei consiglieri torna quello classico, tranne qualche ottima eccezione.

Presenti tutti i consiglieri. Tra i banchi dell’opposizione torna l’ex Sindaco, Gigi Ruggeri, nelle vesti di capogruppo del PD in consiglio comunale.

Dopo che il segretario comunale ha proceduto all’appello, la presidente dell’assemblea Franca Mazzuzzi, sospende la seduta e convoca la conferenza del capigruppo, chiaro sintomo del fatto che nei giorni scorsi, qualcosa non sia andata per il verso giusto ma anche l’obiettivo dei capigruppo è abbastanza chiaro: chiudere il cerchio delle commissioni permanenti.

L’assemblea riprende dopo la bellezza di quaranta minuti

Al rientro in aula, prima di riprendere, pardon, di iniziare la discussione sulle commissioni, le raccomandazioni dei consiglieri Delunas, Piludu e Marci, tutti e tre in quota Pd.

Delunas propone al Sindaco Contini, apparso leggermente nervoso prima della ripresa dei lavori, il taglio del 20% agli stipendi del Sindaco e degli assessori, per un rientro nelle casse del Comune di quasi 24mila euro da utilizzare come fondi per le famiglie disagiate della città. Piludu invece, fa notare alla presidenza l’assenza dell’intero consiglio comunale nel sito del comune, mentre il più polemico è Lello Marci che raccomanda alla presidenza la rimozione dei tabelloni per la comunicazione politica ancora presenti in città, <<Prima che qualcuno della maggioranza, metta qualche altro adesivo sulla faccia del presidente eletto>>.

A questo punto, la presidente Mazzuzzi segnala all’opposizione l’eccesso di consiglieri in due commissioni, da qui scatta la polemica tra la presidente Mazzuzzi e il consigliere Delunas, particolarmente attivo in questa seconda seduta, sul ruolo della presidenza nella composizione delle commissioni e sui criteri di assegnazione dei posti nelle commissioni.

Tutto nasce dal fatto che nella commissione urbanistica, la commissione permanente più importante, il centrodestra fosse rappresentato da cinque partiti con un consigliere per lista, mentre il Pd chiedeva di poterne inserire tre.

Interviene il capogruppo del PdL, Roberto Farci <<Mi aspettavo un inizio più istituzionale>>, ha esordito Farci, che ha poi fatto notare l’assenza del rispetto istituzionale nelle parole di Delunas. Risposta immediata dell’opposizione con il consigliere Secci (Pd) che ricorda alla maggioranza come sia mancato l’accordo in conferenza di capigruppo.

Nel marasma fa capolinea anche Floris (MpA) <<Noi abbiamo fatto il nostro dovere>>.

Prende la parola il capogruppo Gigi Ruggeri <<L’unica commissione svincolata dai partiti è la conferenza capigruppo>>. L’ex Sindaco segnala tra le altre cose, che secondo una sorta di patto tra gentiluomini, le commissioni più importanti, per avere un maggior controllo da una parte e dell’altra debbano essere composte da 4 consiglieri per la maggioranza e 3 per l’opposizione. Ruggeri tira fuori gli artigli quando minaccia di ritirare gli uomini della minoranza nel caso in cui non si rispettino i patti. Per Marini (Riformatori) non c’è stata alcuna proposta alternativa, risposta di Ruggeri <<Si scelga attraverso i quozienti, nessuna logica di rappresentanza dei pariti>>. A questo punto Farci chiede a Ruggeri di fare uno sforzo e di riportare nei ranghi la minoranza.

Secci chiede una pausa e dopo la pausa tutto fila liscio come l’olio.

Le commissioni votate all’unanimità e subito attive.

Oggi prima riunione della commisione bilancio (Carta per il PdL, Angius per Psd’Az, Pani per UdC, Marini per Rif, Ruggeri per Pd e Secci per il Pd).

Votata all’unanimità anche il bando della Regione Sardegna per i programmi integrati per il paesaggio.

Seduta aggiornata alle ore 17.30 di domani.

Insomma, chi voleva subito scintille tra maggioranza e opposizione si può dire abbastanza soddisfatto. Bisognerà aspettare qualche ora invece per il primo duello Ruggeri-Torru, ma come qualcuno “chi vivrà, vedrà”

Andrea Matta


Annunci

Informazioni su andreamatta23

Il blog di uno studente universitario, di uno speaker radiofonico, di un comico-giornalista in rampa di lancio e di tanto altro.. in attesa di capire il suo destino

Discussione

Non c'è ancora nessun commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: