stai leggendo..
andream, Politica

CONSIGLIO COMUNALE QUARTU – 19 OTTOBRE – BLOCCO DEI FINANZIAMENTI REGIONALI ALLA SOGAER E L’APPROVAZIONE DEGLI INDIRIZZI SUL SERVIZIO DI GESTIONE DEI PARCHEGGI A PAGAMENTO

Tempi lunghi per il consiglio comunale della terza città della Sardegna. Anche questa volta, sono rimasti indiscussi cinque degli otto ordini del giorno. Il tema più importante sembra essere gli indirizzi che il consiglio comunale vuole dare alla Giunta sul servizio di gestione dei parcheggi a pagamento. Indirizzi discussi in commissione Urbanistica e di cui si è parlato nell’assise comunale di ieri.

Come prassi per ogni seduta consiliare, è stato approvato un verbale del consiglio, questa volta relativo alla seduta di Giovedi 30 settembre. 25 voti favorevoli e due astenuti. La votazione è stata ripetuta due volte, fatto non strato per questa consiliatura visto che si è già ripetuto più volte.

Rinviato al prossimo consiglio, l’interrogazione del consigliere Diego Vacca (Lavoro e Quartieri) sullo stato di attuazione dei lavori di costruzione del Teatro Nuovo in Via Marconi, si è passati direttamente al punto 3, il blocco dei finanziamenti regionali alle società di gestione degli aereoporti sardi, Sogaer, Sogeaal e Geasar, presentata dal consigliere della lista Centro Giovani, Martino Sarritzu che parla di un incertezza del ruolo della Regione sul settore turistico.

Per l’opposizione, astenutasi al momento della votazione chiusa con 19 voti favorevoli, il consigliere Secci (PD) parla dell’aumento delle tariffe del trasporto pubblico, Ctm e Arst e della mancanza del rapporto tra società di gestione degli aeroporti e tassisti quartesi. Francesco Piludu (PD) fa presente che i fondi della voce in bilancio destinati per la partecipazione dell’amministrazione comunale alla Sogaer sono stati utilizzati per la partecipazione (scusate la ripetizione, ndr) del Comune di Quartu al Salone Internazione di Lugano. Per Piludu è opportuno intensificare la rete turistica della città. L’ultimo intervento prima della votazione finale è stato quello di Stefano Delunas (PD): <<Sarebbe stato opportuno l’intervento dall’Assessore competente. Noi dobbiamo parlare dei problemi reali della città che non possono essere il blocco dei finanziamenti regionali alle società di gestione degli aeroporti sardi>>.

Uno dei problemi più importanti in città è sicuramente quello dei parcheggi, soprattutto di quelli a pagamento. Tema caldo per chi abita in centro, in quella che viene chiamata Zona A, costretto a parcheggiare in Piazza Mercato, se si trova il giro fortunato ma che sta diventando un serio problema anche per i cittadini delle altre zone. In consiglio, il tema dei parcheggi è un caro sia alla maggioranza che all’opposizione, un tema bipartisan, se cosi lo possiamo chiamare.

Il tema ha acceso gli animi in consiglio e, come non capitava da qualche seduta, ha fatto parlare anche chi di solito non parla oppure parla poco. Gli indirizzi sul servizio di gestione sono stati illustrati dal Sindaco Contini: <<Il nuovo piano garantirà il livello occupazionale ai lavoratori che oggi operano in questo settore, consentirà la razionalizzazione degli spazi per i parcheggi a pagamento, garantirà il servizio tutelando gli interessi dei cittadini residenti e saranno previste alcune importanti innovazioni>>. E’ stato però il Presidente della Commissione Urbanistica, Carlo Melis (Udc) a entrare nei dettagli: <<Dobbiamo garantire il livello occupazione e permettere anche alle aziende private di realizzare dei parcheggi, creando della zone omogenee per intensità abitativa e considerando l’idea di un parcheggio multipiano>> Melis ha parlato anche del utilizzo di alcuni dispositivi automatici per la sosta, di parcometri di nuova tecnologia, prevedendo anche il controllo della sosta attraverso l’utilizzo di ausiliari del traffico, uno ogni ottanta parcheggi e della creazione di nuovi parcheggi a pagamento nella zona del litorale.

A Melis ha risposto Ruggeri (PD), contestando al presidente della commissione che la creazione di nuovi parcheggi blu non garantirebbe occupazione, che si dovrebbe evitare la monopolizzazione dei parcheggi soprattutto nelle zone del centro, ricordando che la città non potrà andare oltre il numero di 800 parcheggi blu già presenti nel centro urbano. Ruggeri ha poi ricordato che il primo provvedimento sui parcheggi della Giunta Contini è stato quello di trasformare i parcheggi bianchi, a disposizione delle famiglie in parcheggi a pagamento nella zona davanti al Lido Mediterraneo.

A questo punto interviene il capogruppo dei Riformatori, Gabriele Marini. <<Qui si parla di uno studio sui parcheggi che qui a Quartu non c’è mai stato. Questo è un indirizzo per tutta la città, una novità per questo consiglio. Questo piano serve a ricostruire e serve per capire se dobbiamo esternalizzare o meno in servizio>>, insomma, il servizio dei parcheggi lo facciamo noi oppure lo facciamo realizzare a terzi?. Per Secci (PD), si mette nella mani dei tecnici il nuovo piano del traffico.

Nuovo intervento del Sindaco: <<Alcune considerazioni della minoranza possono essere prese in considerazione. Ricordiamoci che per fornire servizi servono risorse e la nostra città in questo momento è in emergenza, dobbiamo esternalizzare.>> La palla torna a Melis che condivide con l’assemblea i problemi che hanno gli abitanti del centro storico per trovare parcheggio vicino casa. Interviene anche il capogruppo del PdL, Roberto Farci:<<Dobbiamo avere un idea totale della nostra città, del numero di autovetture, del parco macchine e noi stiamo affidando queste idee ai tecnici.>>. Discussione finita? Manco per sogno.

Ruggeri va contro l’idea della Giunta di ripristinare il traffico in Via Garibaldi, esattamente come era prima della creazione della ztl e della zona pedonale, progetto che va contro l’idea di città nella mente dell’ex maggioranza, ora opposizione. Quindi è ancora Marini a prendere la parola per una dichiarazione di voto, ovviamente favorevole. Gli ultimi due colpacci sono bipartisan: da un parte il consigliere di Lavoro & Quartieri, Diego Vacca che rivolgendosi alla minoranza dice: <<Voi, dopo cinque anni siete stati bocciati>> e dall’altra parte Delunas (PD): <<E’ necessario trovare un’intesa>>.

Una discussione più lunga del previsto, si chiude con il voto favorevole dei 19 consiglieri di maggioranza e con il voto contrario dei 9 consiglieri di minoranza.

L’assise si chiude alle ore 21 e 20. A seguire l’assemblea sino a tarda serata sono rimasti solo due giornalisti, il sottoscritto e l’addetto stampa del comune. Nessun cittadino, salvo tre vigili della municipale. Manca la partecipazione dei cittadini, manca il senso civico, manca la voglia di dire: <<Andiamo a seguire il consiglio>>.

Certo, mi sarebbe piaciuto sapere un parere dei politici locali su quello che sta accadendo a Cagliari con la rivolta dei pastori. Prima o poi, ne parleranno anche i nostri rappresentanti.

Andrea Matta

Quartu, 20 ottobre 2010

(Per la pubblicazione di questo post su altri siti internet, su blog o su altri media, si prega di citare la fonte.   Grazie, Andrea Matta)

Municipio Quartu Sant'Elena - Foto di Andrea Matta

Annunci

Informazioni su andreamatta23

Il blog di uno studente universitario, di uno speaker radiofonico, di un comico-giornalista in rampa di lancio e di tanto altro.. in attesa di capire il suo destino

Discussione

Non c'è ancora nessun commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: