stai leggendo..
andream, Attualità, Sport

Sic, un anno dopo

La vita diventa un rimpianto se non facciamo quello che ci piace, e lui sicuramente non ne aveva
Rossella Simoncelli, 24 ottobre 2011

Marco Simoncelli

23 ottobre 2011. A Sepang sono le ore 10.05 e si corre il secondo giro del Gran Premio della Malesia. Marco Simoncelli sta per arrivare alla curva 11, una curva a destra, lenta che segue una grande accelerazione leggermente in salita.
Una piccola sbavatura, Simoncelli scivola. Per un pilota come lui, un lottatore, trasgressivo, veloce, potrebbe sembrare una normale caduta ma questa volta no.
Marco cade, Colin Edwards e Valentino Rossi non riescono a fermarsi.
L’urto è fortissimo, a 100 km/h.
Simoncelli sta li, steso a terra. Da quel momento in poi passano quaranta minuti. Quaranta intensi minuti in cui il pilota viene portato via dalla pista e arriva alla clinica mobile. I medici provano a rianimarlo ma non c’è niente da fare.
Sono le 10.45, Marco Simoncelli non ce l’ha fatta.

Questa è la cronaca di un anno fa. L’unico ricordo che ho di quel giorno è quello di aver sentito alla radio dell’incidente, di essere corso davanti alla tv e di aver sentito le parole di Paolo Beltramo, giornalista Mediaset e grande amico del pilota romagnolo: Purtroppo è finita: Marco Simoncelli è morto. .

Da qualche giorno in tv, sul web, sui giornali è un susseguirsi di speciali, di ricordi a un anno dalla scomparsa di SuperSic. Da buon collezionista di giornali, prima di scrivere questo post, ho dato un’occhiata al numero della Gazzetta dello Sport del 24 ottobre quello del giorno dopo, dei commenti, della tristezza, dei titoli a nove colonne.

Il dramma di Simoncelli ci ha mostrato quanto Sic era amato dai suoi tifosi, dai suoi colleghi ma negli occhi della gente, del popolo ci ha mostrato due figure meravigliose: i genitori di Marco.
Lui, Paolo, sempre accanto al figlio anche durante quel triste giorno.
Lei, Rossella, che agli amici arrivati a casa di Marco dopo l’incidente diceva “Non piangete per lui, non avrebbe mai voluto vedervi piangere”.

Sfogliando la rosea di quel giorno, in un articolo di Alessia Cruciani a pagina 8 si legge: Papà Paolo e mamma
Rossella, pur di farlo correre, arrivarono ad ipotecare casa e azienda (una piccola impresa nel settore dei gelati) e, una volta arrivato al successo, sono stati loro a tenerlo sempre con i piedi per terra. Il figlio ha ricambiato il loro amore: “Un tempo facevo gesti scaramantici, ma aera una perdita di tempo. Ho solo un portafortuna: la mia sorellina Martina. I miei genitori mi sono sempre stati vicini e so che ci saranno sempre. E’ bello avere una famiglia così”

Se c’è una frase che mi è rimasta impressa leggendo tutti quegli articoli è quella della mamma di Marco, Rossella: “ Ci mancherà molto perché era un gran casinaro, la casa era bombardata da quello che lasciava in giro, dalla sua voce forte. La vita diventa un rimpianto se non facciamo quello che ci piace, e lui sicuramente non ne aveva.

Un ragazzo come tanti che se n’è andato a 24 anni facendo quello che più amava.
Questo era Marco Simoncelli.

Andrea Matta
23 ottobre 2012

(Per la pubblicazione di questo post su altri siti internet, su blog o su altri media, si prega di citare la fonte. Grazie, Andrea Matta)

Annunci

Informazioni su andreamatta23

Il blog di uno studente universitario, di uno speaker radiofonico, di un comico-giornalista in rampa di lancio e di tanto altro.. in attesa di capire il suo destino

Discussione

Non c'è ancora nessun commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

@AndreaMatta23 – Studente, speaker @RadioGolfo, web writer,attore, comico, scout, volontario

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: