stai leggendo..
andream, Politica

Le tweet primarie

I Fantastici 5 - Foto tratta dal sito del Partito Democratico

I Fantastici 5 – Foto tratta dal sito del Partito Democratico

Con la vittoria di Pier Luigi Bersani si sono concluse le primarie fatte dai messaggini, dalle comunicazioni con centoquaranta caratteri, insomma le primarie del tweet.
Il popolo del centrosinistra ha scelto il suo segretario e la rete ha scelto il suo preferito.

Girando per la rete, si scopre che Blogmeter, un servizio di ascolto dei social media, ha analizzato tutto quello ha riguardo la partecipazione degli utenti alle primarie Pd.
Su twitter, il duello tra i due candidati si è concluso con una vittoria schiacciante del sindaco di Firenze: 45mila a 7mila.Su sfida è impari anche su Facebook: 70mila per Renzi, tre mila per il vincitore finale.
Come non dimenticare l’hashtag (l’etichetta, l’argomento di discussione) #csxfactor durante il dibattito su SkyTG24 che per molti è sembrato una puntata del talent show musicale. Per un attimo qualcuno si è pure convinto che tra i candidati ci fosse pure Morgan e anticipate dalla geniale idea dei pubblicitari del Partito Democratico, di trasformare i cinque contendenti in cinque personaggi della Marvel, e cosi, Bersani diventa “La Cosa”, Renzi “La torcia umana”, Tabacci “Silver Surfer”, Vendola “Mister Fantastic” e la Puppato “La donna invisibile”.

Tra gli argomenti di discussione dell’ultima giornata elettorale anche #pday e #primarie, argomenti abbastanza facili e facilmente commentabili dagli utenti che comunicavano da seggio a seggio, aggiornando gli amici della rete sui risultati dalla Valle d’Aosta al più piccolo comune della Sicilia, un po’ come succede con le elezioni comunali e politiche, superando persino i cari e vecchi rappresentanti di lista che presto saranno sostituiti da uno smartphone.

La velocità di un tweet si è fatta sentire anche nella giornata di sabato, quando, tra i tumulti degli iscritti e dei giustificati, su Twitter, Matteo Renzi invita Bersani a prendere un caffè: “Caro @pbersani, siamo entrambi a Milano. Ci prendiamo un caffè insieme e facciamo un appello alla serenità per domani? #Adesso #PB2013 “

Non solo R-B. Le primarie hanno fatto cinguettare anche Nichi Vendola; prima con le immagini della campagna elettorale che lo ritraevano come un fumetto e per le famose le sue foto a cena con la mamma e quella in cui va a votare per il ballottaggio “Ho votato Pier Luigi Bersani”. Poi, la Puppato che su Twitter ha annunciato il suo voto per Bersani e poi la pagina facebook “Marxisti per Tabacci” che con i loro 17mila fan sono considerati i veri vincitori della elettronica elettorale.

La sfida è finita ieri sera: da una parte Renzi ringrazia i suoi elettori “Era giusto provarci, è stato bello farlo insieme“, dall’altra Bersani posta una foto e scrive: “Spino una birra per i volontari”. Il sindaco e il suo @matteorenzi chiudono con 244mila follower, il candidato premier e il suo @pdbersani con 166mila persone.
Piccola curiosità: Bersani batte Renzi per il numero di tweet: 4700 a 2500 e per il numero di persone seguite (following): 55mila utenti contro i 451 del sindaco di Firenze.
Su Facebook a vincere la guerra del “Mi Piace” è stato Nichi Vendola con oltre 529mila fans, seguito da Renzi 281mila e Bersani 87mila.

Secondo alcuni esperti, a differenza degli altri paesi occidentali, ha vinto il candidato che ha comunicato di meno e che non ha puntato sulla comunicazione sui social network al contrario del suo sfidante che ha investito sulle inserzioni sponsorizzate.

Ora è tempo di primarie anche a centrodestra. Giorgia Meloni (27mila “Mi Piace” su fb e 28mila follower su twitter) è già pronta a scendere in campo, lanciando il suo #senzapaura.
Chissà come risponderanno Alfano (93mila “Mi Piace” su fb, noto @angelalfa su twitter con 44mila follower) e Berlusconi (451mila “Mi Piace” su fb e nessun account ufficiale su twitter)
L’avversario più grande da battere sarà Beppe Grillo: un blog cliccatissimo, un account facebook con 980mila “Mi Piace” e @beppe_grillo 732mila follower che su twitter ha sferrato l’attacco decisivo con il suo “Ci vediamo in Parlamento. Sarà un piacere”

In attesa di capire quanti cagliaritani usano twitter e soprattutto come lo usano.
Click.

Andrea Matta

Annunci

Informazioni su andreamatta23

Il blog di uno studente universitario, di uno speaker radiofonico, di un comico-giornalista in rampa di lancio e di tanto altro.. in attesa di capire il suo destino

Discussione

Non c'è ancora nessun commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

@AndreaMatta23 – Studente, speaker @RadioGolfo, web writer,attore, comico, scout, volontario

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: