stai leggendo..
Cagliari Globalist

cagliariglobalist – Papa in Sardegna, Miglio: abbiamo conosciuto il vero Francesco

Da Cagliari Globalist – 22 settembre 2013

”Volevamo far conoscere la Sardegna a Papa Francesco e invece noi abbiamo conosciuto lui, quello vero. così l’Arcivescovo di Cagliari, Monsignor Arrigo Miglio durante la conferenza stampa a calco in chiusura della visita cagliaritana di Papa Francesco. ”Sono stato undici ore accanto al Papa e ho visto un uomo che non si è preso nemmeno dieci minuti di pausa. , ha detto l’arcivescovo che ha ricordato quanto il Papa sia stato colpito dalla folla sulle strade cagliaritane. “Credo che avrebbe voluto fermarsi da tutti.

250 giornalisti accreditati, 100 fotografi, 80 fotoreporter, un centinario di tecnici per quasi 600 accreditati nell’ambito dell’informazione. “Segno dell’interesse per questa giornata anche per i media nazionali e internazionali”, ha dichiarato Don Giulio Madeddu, capo ufficio stampa dell’evento

”La parola speranza è quella che è tornata in più occasioni: con i lavoratori, in Cattedrale e con i giovani. Ha ricordato spesso anche la parola lavoro”. L’Arcivescovo ha ricordato quanto il Papa sia vicino al problema degli immigrati: ”L’ho visto sofferente davanti ai problemi degli ultimi” e ha ringraziato tutte le istituzioni per l’impegno profuso nella preparazione.

”La parte organizzativa è l’1%, il 99% lo fa Francesco“così Monsignor Franco Puddu, presidente della Commissione Organizzativa. Sui numeri della giornata, Puddu ha dichiarato che, considerando la movimentazione di persone, si parla di quasi 400 mila pellegrini.

“Il Papa conosce bene le condizioni della Sardegna. ha proseguito Miglio che ha poi descritto il pranzo del Papa: antipasti di terra e mare. Come primo fregola e arselle e culurgiones, per secondo porceddu e un arrosto. Vini sardi e frutta. Torta di circostanza e dolcetti sardi. Per il Santo Padre anche un piccolo assaggio di fil’e ferru e un sorso di “mate”, infusione preparata con le foglie di erba Mate, molto diffusa in Argentina e che – secondo quanto riportato dal sito ilpapainsardegna – il Papa ha bevuto in passato in altre occasioni pubbliche.

Sulla cultura sarda, l’arcivescovo di Cagliari ha riportato le parole del Papa: ”Non sapevo ci fossero così tanti costumi tradizionali”. Sul discorso del Papa durante l’incontro sul mondo del lavoro, il Papa ha parlato di una mentalità che taglia gli estremi: i giovani e i vecchi; ha parlato di solidarietà tra i lavoratori e si è stupito del fatto che i sacerdoti possano scendere in miniera“.
Per Puddu, “I sistemi inguisti vogliono rubarci la speranza”.

Nel discorso fatto con il mondo della cultura, il Papa ha ricordato l’importanza del ricambio generazione anche nel mondo politico. Sui prossimi impegni del clero isolano, l’Arcivescovo ha parlato di una chiesa sarda che deve impegnarsi in tutte le direzioni: sulle imprese che si impegnano per creare posti di lavoro, per far crescere una cultura per non ripetere gli stessi schemi dominanti. Ha sottolineato l’aspetto di una crisi globale, cercare strade per sostenere modelli diversi.

L’ultima parola che mi ha detto prima di partire è sono felice”, ha così concluso Miglio.

[GotoHome_Torna alla Home]

Annunci

Informazioni su andreamatta23

Il blog di uno studente universitario, di uno speaker radiofonico, di un comico-giornalista in rampa di lancio e di tanto altro.. in attesa di capire il suo destino

Discussione

Non c'è ancora nessun commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: