stai leggendo..
andream, Attualità, Cagliari Globalist

cagliari globalist – Social necrologi: la morte ai tempi di facebook

da Cagliari Globalist – 14 agosto 2014

La morte dei personaggi famosi scatena gli utenti dei social network. Facebook, twitter, instagram sono un necrologio virtuale continuo tra post, foto, video in ricordo dell’attore/calciatore/politico/personaggio tv scomparso. La morte di Robin Williams ne è una piena dimostrazione. Da qualche anno è cambiato il nostro modo di conoscere la morte dei “vip”: se prima era doverosa una controllata sui siti dei quotidiani o dei giornali specializzati, ora ci si fida dei social network Basta collegarsi alle tre del mattino per sapere che è morto “uno famoso”. E’ in quel momento che si scatena nell’utente il ricordo, l’emozione da raccontare agli altri utenti che hanno già postato qualcosa in una eterna lotta contro il tempo: vince chi per primo parla della tragica notizia. Ovviamente c’è chi anche esprime la sua contrarietà, come racconta ZeroCalcare nella sua vignetta “Quando muore uno famoso” e viene attaccato gli altri utenti. La sua colpa è quella di non capire il dolore degli altri. Quando leggiamo frasi del tipo “Non c’è proprio nulla da scherzare, oggi è un giorno triste”, siamo sicuri che la persona che sta dall’altra parte del computer o dello smartphone starà tutto il giorno a piangere per la scomparsa del suo mito?
Ovviamente no.

Mentre nel caso della morte di un parente, di un amico, ci si rivolge ad una agenzia funebre per il “costoso necrologio” sul web basta un post. Niente di più semplice e gratuito. Ecco una lista delle categorie delle “morti famose” e alcuni dei post che avremmo voluto scrivere su facebook:

Attori. Post, video, foto con citazioni dell’attore scomparso. La produzione di questi file può essere degli utenti oppure dei siti internet/pagine facebook che incassano visualizzazioni. Tante le frasi tipo: “Sei stato l’attore della mia infanzia” peccato che l’attore scomparso abbia 70 anni e l’utente che scrive ne ha 15. Le generazioni ’80-’90 si sentono sempre particolarmente coinvolte. Fonte delle citazioni è l’immancabile wikiquote.

Scrittori. Quando muore uno scrittore, la prima cosa che fanno gli utenti è quella di digitare il nome dello scomparso su Google, trovare una pagina con le sue frasi, leggere quella che più colpisce e scriverla su facebook. Tutto ovviamente senza mai aver letto una sola pagina di un libro dello scrittore scomparso. Spesso si spera che uno dei tanti autori di libri per adolescenti muoia il più tardi possibile: il rischio di leggere frasi sconnesse è molto alto.

Politici. Di solito, al nome dello scomparso segue la parola “ladro”. Anche se non si conosce la sua attività parlamentare. Per la massa, se si tratta di un politico parliamo di uno che ruba e truffa. Non c’è via di scampo.

Politici anziani Si lascia la definizione di “ladro” per far posto al classico “Finalmente non pagheremo più una pensione di anzianità”. Questa espressione viene utilizzata soprattutto in caso di senatori a vita. Va bene la spending review però così mi sembra eccessivo.

Calciatori della propria squadra. Sono sempre miti e leggende. Anche il portiere che ha giocato dieci minuti negli anni ’60. “Lo vogliamo ricordare così”.

Calciatori della squadra avversaria. Al nome dello scomparso segue la parola “doveva morire” e poi “(squadra) seguita da “ti odio”. Il rispetto prima di tutto.

Sportivi famosi. Si ricordano le prodezze fatte sulle piste di Formula Uno oppure le scalate sulle montagne. Molto spesso gli utenti non conoscono di chi si parla.

Sportivi che praticavano sport poco conosciuti Non se li ricorda nessuno e se solo un utente prova a fare l’esperto, il web lo condanna “Non lo conoscevi nemmeno tu”, frase scritta da quello che non ha mai visto sport in vita sua.

Cantanti. Video musicali e citazioni delle sue migliori canzoni. I fan si ricorderanno del concerto visto vent’anni prima scrivendo “all’epoca non lo conosceva nessuno”. Gli altri scriveranno che avrebbero voluto vedere un suo concerto. Nel momento in cui si scopre la morte di un cantante neomelodico scatta il panico: tutti hanno paura di dover sentire una intera giornata di neve che cadrà, sole, mare, amore.

Personaggi della tv. Video dei programmi che hanno reso famoso il conduttore/presentatore. Qualcuno si ricorda degli esordi, altri scriveranno che gli è sempre stato antipatico ma, in questo modo, scateneranno una lite sui social che farà aumentare le visualizzazioni e farà salire il post sulla home di facebook. Non proprio il modo esatto per non dare risalto al fatto.

I grandi omicidi. Questa è una categoria per veri esperti. Si parte dalle ragazzine tra gli 11 e i 16 anni trucidate in maniera misteriosa che diventano un caso. Questi omicidi scatenano la pessima abitudine di un certo tipo di stampa che pur di aver una notizia decide di scavare nella vita della vittima andando a vedere il profilo facebook post per post, alla ricerca del possibile assassino. Poi ci sono i grandi casi che i programmi del pomeriggio caricano di ansia e tensione. Tutti siamo esperti e criminologi.

Se grazie ai social network tutti possiamo essere reporter, fotografi, cantastorie, spesso ci dimentichiamo di essere umani. Dietro ogni morte c’è una persona, una vittima che merita rispetto.

Annunci

Informazioni su andreamatta23

Il blog di uno studente universitario, di uno speaker radiofonico, di un comico-giornalista in rampa di lancio e di tanto altro.. in attesa di capire il suo destino

Discussione

Non c'è ancora nessun commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

@AndreaMatta23 – Studente, speaker @RadioGolfo, web writer,attore, comico, scout, volontario

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: