stai leggendo..
Cagliari Globalist

cagliari globalist – Ricomincio da tre, bentornato campionato

da Cagliari Globalist – 31 agosto 2014

Ricomincio da tre. Se nel film di Massimo Troisi, il protagonista ricomincia dalle tre cose che sono riuscite bene nella sua vita, la serie A 2014/2015 riparte dalle tre cose peggiori che son capitate tra il finire della scorsa e l’estate calcistica e da tre buoni propositi per il nuovo anno.

Da dimenticare Il surreale pre-partita della finale di Coppa Italia; il fallimento degli azzurri al mondiale brasiliano e le polemiche per l’elezione di Carlo Tavecchio alla guida della Federcalcio.

Non possiamo dimenticarci la guerriglia urbana, gli spari e i trenta minuti che hanno preceduto l’inizio di Fiorentina-Napoli all’interno dello stadio Olimpico con il capitano dei partenopei che ha mediato con gli ultrà, capitanati da Genny ‘a carogna, e la polizia per far si che la partita iniziasse. Tanto rumore e poi l’esultanza come se non fosse successo nulla. Tanti sono i colpevoli in quella vicenda e non solo il tifoso della Roma che ha sparato a Ciro Esposito, morto dopo mesi di agonia. Un altro esempio del calcio che non vogliamo.
Vorremmo cancellare anche la triste esperienza al mondiale brasiliano. Gli almanacchi parleranno di una nazionale uscita con tre punti in tasca e non si ricorderanno del morso di Suarez a Chiellini, alibi per nascondere un mondiale pessimo, giocato male con giocatori senza piglio. Prandelli non poteva fare nulla. Ora la nazionale è ripartita da Antonio Conte che come primo atto ha convocato tanti giovani di belle speranze. Di Balotelli che se ne sta nella nuova casa dorata di Liverpool ora non ci interessa più. Il numero 45 serve solo a fare spettacolo fuori dal campo mentre il rettangolo verde ha bisogno di nuovi eroi.
Una delle frasi che vorremmo cancellare è quella di Carlo Tavecchio pronunciata qualche settimana prima della sua elezione alla guida della Federcalcio: “Le questioni di accoglienza sono un conto, quelle del gioco un altro. L’Inghilterra individua dei soggetti che entrano, se hanno professionalità per farli giocare, noi invece diciamo che Opti Poba è venuto qua, che prima mangiava le banane, adesso gioca titolare nella Lazio e va bene così”. . Speriamo che il nuovo presidente non si lasci andare ad affermazioni o battute troppo infelici per essere vere.

Buoni propositi Ritorniamo al buon Gaetano e alle tre belle da cui ripartire: l’anno zero del Cagliari targato Giulini e Zeman; i nuovi giovani; il nuovo campionato

Per il Cagliari è l’anno zero dell’era Giulini. Il nuovo numero uno dei rossoblu, arrivato dopo ventitré anni di presidenza Cellino ha chiamato il tecnico più “rumoroso” presente sulla piazza: Zdenek Zeman. Grazie al boemo, la squadra è tornata sulle prime pagine del giornali. Dodici i nuovi volti (Colombi, Cragno, Balzano, Benedetti, Capuano, Ceppitelli, Capello, Crisetig, Caio Rangel, Donsah, Farias, Longo) e poi i punti saldi: Conti, Cossu, Pisano, Murru e Sau. Sul Cagliari ci sono tante aspettative. Tanti tifosi e “opinionisti” sono già pronti con le critiche per la prima prestazione negativa salvo poi esaltare il 4-3-3 del boemo.
La speranza del calcio italiano (e di Conte) sono i giovani che si apprestano a giocare la nuova serie A. Detto della “linea verde” del Cagliari, occhio a Belotti, Bernardeschi, Verdi, attaccanti di Palermo, Fiorentina ed Empoli. Poi Berardi (Sassuolo), Baselli (Atalanta), Cristante e Saponara (Milan) e Zaza, fresco di convocazione in nazionale. Da loro deve ripartire il nostro calcio.
La terza cosa da cui ripartire è il nostro campionato sempre più strano, ricco di personaggi pittoreschi – la new entry è il presidente della Sampdoria, Massimo Ferrero, di giocatori arrivati in Italia dopo una lunga esperienza internazionale come Evra, Vidic, Torres, Keita. Gli appassionati sperano che non siano arrivati qui per svernare a fine carriera ma che possano mettere la loro esperienza a servizio della loro squadra del cuore. Per non farci mancare nulla, ci siamo fatti scappare l’ultimo capocannoniere della A, Ciro Immobile e non è detto che l’ultimo giorno di mercato non ci regali qualche sorpresa negativa.

Il campionato ricomincia anche per noi di Cagliari Globalist. La nostra Laura Puddu è pronta per raccontarci cosa succede nel mondo Cagliari. L’abbiamo fatto dal nostro primo giorno di vita informativa (1 febbraio 2013, Roma-Cagliari) e lo faremo anche oggi mentre siamo immersi nella acque tormentate della crisi.

Siamo pronti per ripartire. Buon campionato a tutti.

Annunci

Informazioni su andreamatta23

Il blog di uno studente universitario, di uno speaker radiofonico, di un comico-giornalista in rampa di lancio e di tanto altro.. in attesa di capire il suo destino

Discussione

Non c'è ancora nessun commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

@AndreaMatta23 – Studente, speaker @RadioGolfo, web writer,attore, comico, scout, volontario

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: