stai leggendo..
andream

Pessimisti digitali

Quante volte ci capita di leggere su facebook il post di un nostro amico virtuale che vuole sfogarsi contro i mali del mondo? Quante volte ci capita di prendere il nostro smartphone o accendere il nostro pc e dire: “Ah, ora scrivo qualcosa contro qualcuno”. Amico di vecchia data o personaggio politico/famoso non fa differenza. La nostra generazione – vuoi per una vita precaria e per il troppo odio trasmesso in tv – sta passando dall’essere considerata Nativa digitale a Pessimista digitale.

C’è un post per te.  Al confronto faccia a faccia con chi ci ha fatto un torto preferiamo un post su facebook. E così, se la persona che conosciamo da una vita o da due giorni, abbiamo visto crescere oppure ci siamo visti una settimana fa ma ci ha già fatto arrabbiare, preferiamo un non saluto o un saluto freddo nella vita reale e poi, tornati a casa, chiusi nella nostra stanza, due o tre frasi – criptate o no – per far capire quanto siamo arrabbiati, quanto ci faccia male tutto questo. Sfoghiamo la nostra cattiveria contro un mondo che vede molti di noi sconfitti nella vita, nel lavoro che manca, nello studio che continua senza una via di uscita, contro i mali della terra con un post contro qualcuno. Moriamo dalla voglia di parlare male di qualcuno e il nostro cellulare ci permette di farlo senza avere l’avversario davanti, che non può rispondere. Ci siamo potenti e cattivi.

Personaggi. Sono tanti i social personaggi pessimisti che conosciamo nel mondo vituale: c’è il “frustrato cronico”, quello a qui tutto va male e piuttosto che cambiare le cose preferisce scrivere su facebook; c’è l’utente “pessimista ma con stile” che si lamenta solo quando le cose vanno davvero male; il “catastrofista”, quello che se va tutto male è colpa dello Stato o dei complotti, tipologia che si avvicina più di tutti agli haters, che fanno dell’odio una professione e poi ci sono quelli del “va tutto bene”, che equivalgono al vicino di casa, buono, quello che non litiga mai, che non si arrabbia salvo scoprire – dopo pochi giorni – che ha commesso un duplice omicidio proprio accanto a voi. “Eppure salutava sempre”. Se oltre salutare ci avesse detto qualcosa sarebbe stato meglio.

Vita vera. Come si può spiegare l’ondata di pessimismo cronico? Una delle cause, come già detto, potrebbe essere quella della nostra vita precaria. Non siamo mai soddisfatti di quello che facciamo, chi lavora è spesso sotto pagato (quando viene pagato). La tv di oggi non aiuta: la “rassegna stampa” quotidiana sugli efferati omicidi, i programmi che nutrono gli spettatori solo di disgrazie a tutte le ore del giorno trasmettono solo ansia. E’ giusto raccontare quello che succede ma ogni tanto sarebbe bene farlo rispettando gli spettatori. Dall’altra parte dell’apparecchio televisivo c’è chi è pronto a giustiziare il pessimista in giacca e cravatta con il caro e vecchio telecomando.

Soluzioni. Il pessimismo digitale è un avversario duro da battere. Il mondo virtuale non è più un luogo di confronto ma solo uno sfogatoio. Non c’è il dialogo fra due o più persone in carne ed ossa figuriamoci con uno schermo davanti (piccolo o grande che sia). Il pessimismo diventa contagioso quindi, ogni tanto, anziché lamentarci di tutto e tutti, proviamo a capire cosa non va, parliamo con chi ci sta accanto e cerchiamo una soluzione.

Gustave Flaubert diceva: “Ottimista è chi dice: “Domani è domenica”; pessimista chi dice: “Dopodomani è lunedi”. Coraggio amici, la domenica arriva per tutti.

Advertisements

Informazioni su andreamatta23

Il blog di uno studente universitario, di uno speaker radiofonico, di un comico-giornalista in rampa di lancio e di tanto altro.. in attesa di capire il suo destino

Discussione

Non c'è ancora nessun commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: