Antonella Pirastu

Questo tag è associato a 4 articoli.

CONSIGLIO COMUNALE QUARTU – 25 01 2011 – SI AL NUOVO PIANO DI SOSTA. SCONTRO MARINI-TORRU

Fa più notizia, l’approvazione del nuovo Piano della sosta oppure la lite verbale tra due consiglieri, che finisce con l’uscita dall’aula di uno dei due contendenti, accompagnato dalla Polizia Municipale?

Mah, non sta a me dirlo, ne tanto meno giudicare. Io, come al solito, preferisco raccontarvi quello che è successo nell’assise comunale della terza città della Sardegna.

All’assemblea sono presenti tutti i consiglieri, ad eccezione del capogruppo dell’Udc, Tonio Pani, mentre nella Giunta Contini, assenti l’assessore al Marketing territoriale, Enrico Gherazzu e l’assessore alle Politiche Sociali, Luigi Cadeddu.

RACCOMANDAZIONI E COMUNICAZIONI L’assise si apre, come di consueto, con le comunicazione e le raccomandazioni dei consiglieri alla Giunta e al Consiglio.

Il consigliere dell’UdC, Carlo Melis, porta in consiglio un tema molto importante in città, soprattutto in questi giorni, quello della chiusura del Reparto di Ostetricia nella Clinica Sant’Elena. <<E’ il momento di aprire una vertenza sulla realtà sanitaria nella nostra città>>, ha detto Melis, che chiede al Presidente dell’Assemblea, Franca Mazzuzzi, l’intervento in Consiglio dell’assessore Regionale alla Sanità, Antonello Liori. Pronta la risposta del Sindaco, che pare preoccupato per la situazione dei 125 lavoratori che con il ridimensionamento della Clinica, rischiano la perdita del posto di lavoro. <<Presto, spero di avere un incontro con il commissario dell’Asl 8, per parlare con lui di questo importante tema per la città.>>

C’è spazio anche per una raccomandazione del consigliere del PD, Francesco Piludu, sulla condizione della Biblioteca comunale di Via Cagliari. Secondo il consigliere: <<Quella struttura ormai, non è più funzionale per gli studenti, per l’assenza del riscaldamento durante tutta la giornata, per l’impossibilità da parte dell’utilizzo dei computer, vista la precarietà della servizio elettrico nella struttura.>>

Il consigliere del PD, Stefano Busonera, comunica all’assessore alle Politiche Ambintali, Fortunato Di Cesare, la situazione del manto stradale nelle zone di Flumini, soprattutto dopo le piogge dei mesi di ottobre e di novembre. Comunicazione analoga, viene fatta anche da Gianluigi Serra, ex consigliere dell’Italia dei Valori, su una “voragine” nella strada comunale di Is Cirixeddus, nella zona di Flumini. Ultima comunicazione, se possiamo dire cosi, stradale, è quella del consigliere del PD, Stefano Secci sul fondo stradale, che in alcune parti della città, veniva rassettato da alcuni tecnici di Abbanoa, servizio che l’azienda ora non offre più.

APPROVAZIONE VERBALI E INTERROGAZIONE MARCI ALL’ASSESSORE ALLA PUBBLICA ISTRUZIONE Approvati i verbali delle sedute consiliari del 21 e del 28 dicembre e del 7 gennaio, si è passati all’interrogazione del consigliere PD, Raffaele Marci, all’assessore alla Pubblica Istruzione, Antonella Pirastu, sulla situazione delle scuole in città e sull’incontro tenuto nello scorso luglio, dall’assessore con alcuni rappresentanti di un plesso scolastico. Marci chiede anche delucidazione sulla nomina di un consulente che, a detta del consigliere, è parte attiva in assessorato. Prontissima la risposta dell’assessore Pirastu: <<L’incontro è stato informale e in assessorato non è mai stato nominato un consulente>>. Nella sua controreplica, Marci, ribadisce che ci sono cose che non vanno e che, il vittimismo dell’assessore, manifesta la sua incapacità a gestire un assessorato cosi importante.

INTERROGAZIONE GIULIANO PILUDU SUI CONTRIBUTI EROGATI ALLE ASSOCIAZIONI CULTURALI Tra i punti all’ordine del giorno, anche quello sulla delibera di giunta dello scorso 29 dicembre, che rende noti i contributi erogati dall’amministrazione alle associazioni culturali. Il consigliere del PD, Giuliano Piludu, si chiede se questi fondi sono stati erogati in maniera equa., visto che per la Festa di Sant’Elena sono stati erogati 8 mila euro a fronte di una richiesta di 34 mila, solo il 23% della somma richiesta, mentre per i concerti di Natale, l’amministrazione ha versato oltre il 70% della somma.

All’interrogazione, risponde l’assessore alla Programmazione, Lucio Falqui, che, oltre ad elencare una serie di dati relativi all’erogazione dei contributi, ricorda la situazione di crisi generale e il fatto che questa amministrazione abbia versato per la Festa di Sant’Elena, per i cori di Natale e per altre manifestazioni, soltanto 21 mila euro.

ODG MURGIONI SUI PARCHEGGI A PAGAMENTO NELL’OSPEDALE BROTZU PARTE 1 Può

ordine del giorno sui parcheggi a pagamento davanti all’ospedale Brotzu dare problemi ad un intero consiglio comunale? La risposta è si. Nel suo ordine del giorno, il consigliere del PD, Rita Murgioni, ha chiesto al sindaco di impegnarsi, a dire un no concreto alla trasformazione di 1500 parcheggi da stalli gratuiti a parcheggi a pagamento. Motivo della trasformazione: pagare i parcheggi per fornire nuovi servizi quali un autolavaggio, un bar, chioschi. Il Sindaco, spiazzato da un ordine del giorno che non dovrebbe riguardare la città di Quartu, chiede una sospensione della seduta per convocare una conferenza dei capogruppo, per capire e mettersi d’accordo sul da farsi

LITE MARINI-TORRU Finita la conferenza capigruppo, i consiglieri tornano in aula.

Nei banchi della maggioranza si sente un po’ di tensione. Il consigliere del PDL, Lucio Torru e il capogruppo dei Riformatori, Gabriele Marini, arrivano ad una accesa lite verbale che gela consiglieri e spettatori. Il battibecco dei due prosegue per oltre dieci minuti.

Il presidente del Consiglio comunale, richiama per tre volte il consigliere del PDL e al terzo richiamo non rispettato, fa scendere dalle tribune due agenti della Polizia Municipale, che arrivati all’interno dell’emiciclo, accompagnano Lucio Torru fuori dall’aula.

Il consigliere più votato alle scorse elezioni, torna in aula poco dopo la ripresa dei lavori.

ODG MURGIONI SUI PARCHEGGI A PAGAMENTO NELL’OSPEDALE BROTZU PARTE 2 <<Il tema dei parcheggi a pagamento ci riguarda da vicino, soprattutto per i servizi che l’Ospedale Brotzu fornisce all’interno di una programmazione sanitaria nell’intera area metropolitana, Quartu compresa>>, cosi il capogruppo del PD, Gigi Ruggeri. L’ex Sindaco, punta ancora una volta, sulla scarsa sensibilità dell’amministrazione sulle esigenze dei cittadini.

<<Nella conferenza dei capigruppo, il Sindaco si è impegnato a farsi carico delle richieste della città, su questo tema. Non conosciamo le motivazioni dell’azienda ospedaliera, ma è vero che c’è poca informazione su questa vicenda.>>, ha risposto il capogruppo del PDL, Roberto Farci.

Votazione: 10 si, 16 no e 2 astenuti. Ordine del giorno respinto.

APPROVAZIONE DEL PIANO DELLA SOSTA “SO STARE A QUARTU” Dopo 14 anni, Quartu ha un nuovo piano della sosta. Il consiglio comunale l’ha approvato non senza troppe polemiche. Partiamo dall’inizio. Il piano della sosta era già stato illustrato dal capo della Polizia Municipale, nell’assise comunale del 28 dicembre. Piano introdotto dal presidente della Commissione Urbanistica, Carlo Melis <<Abbiamo elaborato questo piano, tenendo conto di alcuni fattori: favorire la sosta breve nelle zone nevralgiche della città e dirottare le soste più lunghe nella zone limitrofe.>>

Oltre al piano, sono state approvate anche alcune modifiche, quali, la durata del servizio, che passa da tre a cinque anni, la tariffazione 0,50 cent € all’ora per le zone ad alta intensità di traffico, nelle fascie orarie dalle 9 alle 13 e dalle 16 alle 20. Stesse fascie orarie, ma tariffazione che arriva a 1€ nelle zone del centro. Per quanto riguarda le modalità di pagamento, si potrà pagare la sosta anche con l’invio di un sms o con l’acquisto di una carta prepagata, dalla quale si potrà scalare l’importo, esattamente come accade per le ricariche dei cellulari.

Due le tariffe agevolate per i residenti: 20€ per sei mesi e 40€ per un anno. Non verrà concessa nessuna autorizzazione ai nuclei familiari che possiedono più di tre veicoli. Sarà la Giunta a discutere le agevolazioni per alcune categorie quali, tra gli altri, amministratori e imprenditori.

La risposta della minoranza è affidata al consigliere Francesco Piludu (PD): <<Abbiamo cercato una qualsiasi risposta politica a questo nuovo piano della sosta, ma non l’abbiamo trovata. E’ un piano che non ha nessun respiro europeo, che porta al +258% il numero di parcheggi a pagamento all’interno della città, che concentra i parcheggi liberi nella zona di Pitz’e Serra. Nel litorale, il numero dei parcheggi a pagamento arriva al +800%. I cittadini quartesi saranno costretti a trovare un parcheggio non a pagamento, nel giro di un chilometro. A chi porta vantaggio questo piano?>>.

A confermare la tesi esposta da Piludu, c’è il consigliere Secci: <<Questo piano non tiene conto delle utenze dei più deboli, dei disabili. Con la sua approvazione viene fatta passare una nuova tassa per i residenti del centro storico. In questo piano non c’è un parcheggio di scambio, sono completamente assenti>>. <<Dobbiamo dare alla città un senso di vivibilità e non lo facciamo certo con questo piano della sosta>>, ha detto l’ex IdV, Serra.

<<La maggioranza parla per atti, non parla in un dibattito. Voi avete perso il senso della rappresentatività delle persone che vi hanno votato, parlate per slogan. Bloccate la ciclabilità della città, chiudete la pista ciclabile di Via San Benedetto, e al Poetto, togliete i parcheggi gratuiti alle famiglie >>, esordisce Ruggeri, che continua: <<Gli indirizzi posti, a ottobre, dal consiglio comunale su questo piano, valgono esattamente quanto questo piano, che non ha una critica verso quello precedente, e non ha una funzione di servizio.>>

Pronta la risposta di Marini (Riformatori): <<Questo è un buon piano di sosta. E’ stato voluto dai cittadini, dai commercianti, dalla maggioranza sempre presente in commissione Urbanistica, cosa che non ha fatto l’opposizione. Proviamo a risolvere il problema del parcheggio selvaggio nella zona del litorale>>. Il coinvolgimento dei cittadini è stato ribadito anche dal capogruppo del PDL, Roberto Farci.

Il PD non partecipa alla votazione degli emendamenti proposti dalla commissione Urbanistica, che passano con 18 voti favorevoli e un astenuto.

Prima della votazione del piano, e dopo la dichiarazione di voto contraria del capogruppo del PD, è il presidente della Commissione a tessere per l’ultima volta le fila del discorso: <<Approviamo questo nuovo piano che, sia chiaro, non risolve il problema della sosta in città. Dobbiamo trovare altre soluzioni, quali quella della costruzione dei parcheggi sotterranei sotto il Mercato Civico e nella zona di Piazza IV Novembre. Dobbiamo pensare a delle zone off. E’ chiaro che da qui, dobbiamo partire per lavorare al nuovo piano del traffico, fondamentale per la nostra città>>.

Il nuovo piano di sosta viene votato con 19 voti favorevoli, 8 contrari e un solo astenuto.

L’assise vota anche un ordine del giorno del consigliere Serra. Con questo ultimo atto, si decide di destinare i proventi derivanti dal piano, in una voce di bilancio chiamata “Politiche di pedonalizzazione e ciclabilità”

Questo è il racconto del consiglio comunale.

Per chiudere. Quella tra Marini e Torru, più che una lite vera e propria, e sembrato un accesissimo battibecco.

Però, vi faccio notare un piccolissimo particolare. Dal mio “lancio di agenzia”pubblicato sulla mia pagina facebook, (APPROVATO IL NUOVO PIANO DELLA SOSTA. LITE TRA MARINI E TORRU. TORRU ESCE DALL’AULA ACCOMPAGNATO DALLA POLIZIA MUNICIPALE, ndr).. alla pubblicazione di questo post, ben 50 persone, sono entrate sul mio blog, hanno curiosato e hanno aspettato di leggere l’articolo, non tanto per l’approvazione per il piano della sosta, o per l’ordine del giorno sui parcheggi a pagamento del Brotzu, quanto per sapere che era successo tra i due consiglieri.

E questo che significa? Che a Quartu, come in tutta Italia, fa grandi numeri, titoli e incassi, chi propone un giornalismo urlato, fatto di slogan, e di finti scoop…

Chi ci capisce è bravo…

Andrea Matta

Quartu, 26 gennaio 2011

(Per la pubblicazione di questo post su altri siti internet, su blog o su altri media, si prega di citare la fonte.   Grazie, Andrea Matta)

Municipio Quartu Sant'Elena - Foto di Andrea Matta

CONSIGLIO COMUNALE QUARTU – 07 12 2010 – DAL 2011, RIDUZIONE DELLE COMMISSIONI COMUNALI PERMANENTI

Dal 15 febbraio si cambia: da otto a sei Commissioni comunali permanenti. Cambia anche la loro composizione, da sette a dieci consiglieri. Ecco la notizia più importante del consiglio del 7 dicembre.

L’aria di festa si sente anche nella sala consiliare, iniziato con 45 minuti di ritardo, per il protrarsi della riunione del gruppo consiliare del Pd. Assente il consigliere dell’Udc, Tonio Pani.
Il Presidente dell’Assemblea, Franca Mazzuzzi, a nome dell’intero consiglio, dà il benvenuto alla nuova segretaria comunale, Benedetta Cambuli e chiede un minuto di silenzio per i sette ciclisti uccisi domenica scorsa da un pirata della strada a Lamezia Terme.

RACCOMANDAZIONI E COMUNICAZIONI Prima parte della seduta dedicata come al solito alle raccomandazioni e alle comunicazioni. Il consigliere del Pd, Gabriele Orru rivolge una raccomandazione al Sindaco, Mauro Contini e all’Assessore allo Sport, Antonella Pirastu, sulla situazione della tensostruttura di Flumini perché si facciano promotori della conclusione dei lavori e della messa in sicurezza dell’impianto.
C’è spazio anche per il consigliere del PdL, Lucio Torru: <<Alcuni cittadini considerano corrotto il Comune di Quartu>>. Torru, porta in aula un caso abbastanza particolare. Una psicologa, risultata in un primo momento vincitrice di un concorso comunale, è stata poi esclusa. La donna, ha deciso di rivolgersi ad un avvocato che ha chiesto gli atti del concorso.
Pare, cosi si dice, che si sia arrivati ad una sorta di compromesso: se l’avvocato blocca la richiesta degli atti e la donna sarà assunta.<<E’ possibile che non ci possa essere un po’ di imparzialità nella Pubblica Amministrazione>>. Pronta la risposta del Sindaco: <<Non ero a conoscenza di questo fatto gravissimo, è sarà dovere mio e di questa amministrazione, documentarci su quello che è successo>>. La situazione è spiegata nel dettaglio in un articolo comparso qualche giorno fa su “L’Unione Sarda
Nuova raccomandazione del consigliere Pd, Delunas all’Assessore alle Politiche Sociali, Cadeddu, assente anche in questo consiglio. <<Signor Sindaco, io mi rivolgo a lei, visto che l’ha scelto come Assessore>>. Delunas, fa riferimento ad alcune dichiarazioni rilasciate dal Sindaco alla stampa, relative alla creazione un centro diurno per anziani, nello stabile dell’ex Casa del Pensionato in Via Cilea e chiede se non sia il caso di riaprire il centro nei locali della ex circoscrizione numero 1, in Via Sant’Antonio.
Ancora una raccomandazione, stavolta dalla parte della maggioranza, con il capogruppo dei Riformatori, Gabriele Marini. <<La situazione del manto stradale sulla Viale Colombo è impossibile. E’ nostro compito richiamare urgentemente le ditte che hanno operato in quella zona per correggere definitivamente quei lavori>>.
Ultima raccomandazione quella del consigliere Pd, Francesco Piludu, all’Assessore ai Trasporti, Lilliu sulla mancata messa in sicurezza della rotonda tra Viale Colombo e Viale Marconi e sul mancato posizionamento dei dissuasori nel tratto tra Via Umberto I e via Regina Margherita.

ORDINI DEL GIORNO Approvato all’unanimità il verbale della riunione del 16 novembre e rinviate la mozioni dei consiglieri Pd, Orrù e Ruggeri sull’housing sociale e l’interpellanza dei consigliere Delunas e Ruggeri, sempre del gruppo Pd, sulla mancanza dei presupposti nei casi di concessione in sanatoria, si è passati all’argomento più importante: la riduzione delle commissioni permanenti.
Dopo due votazioni annullate, il capogruppo del PdL, Roberto Farci, richiama i consiglieri all’ordine. Secci, chiede chiarimenti sulla modifica dello statuto, visto l’importanza dell’argomento, mentre Delunas ha un dubbio sull’efficacia immediata del provvedimento.
Dopo la lettura di alcuni articoli del Testo Unico sugli Enti Locali, da parte del segretario comunale,
Marini chiede più tempo perché il Consiglio si organizzi e riorganizzi le commissioni. A questo punto, il Presidente della Prima Commissione, Carlo Floris, illustra il lavoro svolto in commissione che ha portato alla modifica dello Statuto e del Regolamento Comunale: <<Le competenze sono state divise in maniera equilibrata tra tutte le commissioni>>. Votata all’unanimità dal Consiglio, la modifica dello Statuto prevede la partecipazione di ciascun consigliere comunale in due commissioni, ad eccezione del Sindaco e Presidente del Consiglio che non possono far parte di nessuna Commissione.

Votate all’unanimità anche tutte la modifiche al Regolamento Comunale che prevedono la riduzione del numero delle commissioni, da otto a sei, l’aumento del numero dei componenti le commissioni, da sette a dieci consiglieri e la nuova composizione delle commissioni. Tra le novità più importanti, le materie Programmazione e Affari Generali nella I Commissione e l’ingresso nella V Commissione delle materie Beni Culturali e Lingua Sarda, precedentemente facenti parte della VIII Commissione. Votato all’unanimità anche l’emendamento presentato dal gruppo consiliare del Pd che prevede la piena applicazione delle modifiche a partire dal 15 Febbraio 2011.

Andrea Matta
Quartu, 11 dicembre 2010

(Per la pubblicazione di questo post su altri siti internet, su blog o su altri media, si prega di citare la fonte.   Grazie, Andrea Matta)

Municipio Quartu Sant’Elena – Foto di Andrea Matta


A QUARTU LA SETTIMANA EUROPEA PER LA RIDUZIONE DEI RIFIUTI

Il Comune di Quartu Sant’Elena si candida a diventare comune capofila con alcune importanti iniziative in difesa dell’ambiente. Si parte con la Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti, promossa dall’Unione Europea, in collaborazione con il Ministero dell’Ambiente e di tante associazioni nel territorio italiano. L’iniziativa è stata presentata nell’aula consiliare, dal Sindaco Mauro Contini: <<L’amministrazione e la giunta fanno un buon gioco di squadra, soprattutto in queste battaglie in difesa dell’ambiente. Il compostaggio a uso domestico non sarà obbligatorio per il cittadino, ma potrà dare diritto ad uno sgravio sulla tassa dei rifiuti anche se dobbiamo attendere l’esame del Regolamento sul compostaggio domestico che definirà le procedure.>>.

Il compostaggio domestico, una procedura che utilizza la frazione organica dei rifiuti solidi urbani è una pratica che consente a famiglie e scuole di trasformare i rifiuti organici e gli scarti di giardino in appositi contenitori, detti composter, isolati dall’ambiente esterno e ollocati in un’area verde e contatto con il suolo. Il processo favorito dall’ossigenazione viene svolto da microrganismi, batteri, muffe e da altri organismi decompositori. Le azioni della Settimana Europea saranno ispirate a cinque tematiche principali: i troppi rifiuti, la produzione eco-compatibile, i consumi attenti e responsabili, la vita più lunga dei prodotti e meno rifiuti gettati via. Gli obiettivi della Settimana sono, tra gli altri: la promozione di azioni per la riduzione dei rifiuti in tutta Europa, il mettere in evidenza esempi virtuosi di riduzione dei rifiuti

Alla presentazione, presenti anche l’Assessore alla Pubblica Istruzione, Antonella Pirastu, l’Assessore all’Ambiente, Fortunato di Cesare, la Presidente del Consiglio Comunale, Franca Mazzuzzi. <<Per la nostra città, è importante partecipare a questa manifestazione. Queste iniziative servono a noi adulti e anche ai bambini e ai giovani, per questo abbiamo ritenuto importante la partecipazione delle scuole a questo progetto>>, ha detto l’Assessore Pirastu. Due sono le scuole che parteciperanno attivamente alla Settimana Europea, la Scuola Media “Lao Silesu” in via Perdalonga e la scuola media di via Is Pardinas. Mercoledì 24 novembre, nel plesso scolastico di via Perdalonga, ci saranno alcune azioni dimostrative sul compostaggio dei rifiuti organici e una dimostrazione pratica sull’allestimento di un cumulo per la compostiera, sarà distribuito del materiale informativo e si procederà alla consegna delle compostiere. L’allestimento sarà ripetuto, Sabato 27 novembre nel plesso di via Is Pardinas. Da segnalare, Giovedi 25 novembre un workshop sulle caratteristiche di conpostabilità dei sacchetti per la raccolta differenziata della frazione umida in previsione del divieto dell’uso dei sacchetti di plastica in Italia a partire dal 1° gennaio 2011.

Presenti alla conferenza anche alcuni membri della commissione consiliare  Ambiente e Servizi Tecnologici, che Lunedi 22 novembre, discuteranno il Regolamento comunale sul compostaggio domestico: <<Dobbiamo cominciare con piccoli passi>>, così, il consigliere dell’Italia dei Valori, Gigi Serra che ha poi continuato:<<Quartu si deve fare capofila di queste e di altre iniziative sull’ambiente e sugli aspetti del sistema educativo per l’energia alternativa anche attraverso il risparmio energetico.>> La tematica della green economy è stata portata in consiglio comunale, proprio grazie ad una interrogazione del consigliere dell’IdV. Per Pino Boi, consigliere dell’UdC, il dato nazionale sul compostaggio domestico, stima in un compost di 600 chilogrammi all’anno per una famiglia media di tre persone. All’iniziativa parteciperanno anche le associazioni Fare Verde e Ottolettere.

Il Sindaco ribadisce: <<Servono attività e sinergie per il risparmio e la riduzione dei rifiuti>> Contini parla anche della riapertura dell’Ecocentro, chiuso ormai da qualche mese con gravi disagi per i cittadini quartesi: <<Stiamo aspettando alcuni autorizzazioni della ditta che ha in appalto il servizio. Possiamo dire che l’apertura del nuovo Ecocentro avverrà all’inizio del 2011 in contemporanea con la creazione di mini aree per lo smaltimento dei rifiuti pesanti collocati in alcuni punti della città>>.

Un ritorno al passato, ai mezzi di una volta, per una città che grazie all’ottima raccolta differenziata raggiunge ogni anno le premialità del Ministero dell’Ambiente e con uno sguardo ad una iniziativa che mette Quartu all’avanguardia sulle politiche ambientali.

Andrea Matta
Quartu, 19 novembre 2010

(Per la pubblicazione di questo post su altri siti internet, su blog o su altri media, si prega di citare la fonte.   Grazie, Andrea Matta)

Composter per la città di Quartu - Foto da Facebook

CONSIGLIO COMUNALE QUARTU – 09 11 2010 – QUESTION TIME PER SINDACO E ASSESSORI

Il primo question time della Giunta Contini, inizia con il classico spirito di goliardia che accompagna le assise comunali. In consiglio tornano le giacche, un po’ per la stagione invernale, in una Quartu bagnata e in certi punti allagata, e un po’ perché l’occasione è di quelle importanti. Prima convocazione alle ore 17.30 ma come da programma si parte alle 18.10. Tra il pubblico non meno di quindici persone.

Sono state presentate sedici interrogazioni, rispettivamente quindici da parte della minoranza e una da parte della maggioranza. Per una più facile lettura del post, ho messo in grassetto il tema principale dell’interrogazione, poi la spiegazione data dal consigliere, la risposta del sindaco o dell’assessore interrogato e la contro risposta del consigliere.

Tutto chiaro? Bene,  possiamo iniziare.

ROTATORIA VIA MARCO POLO Il consigliere della lista Centro Giovani, Martino Sarrtizu, ha interrogato il sindaco sulla messa in sicurezza della rotatoria in Via Marco Polo, zona litorale, soprattutto alla luce dei numerosi incidenti che si stanno verificando proprio in quella strada. <<Quella della messa in sicurezza della rotatoria è una questione che mi viene sollecitata quotidianamente>>, ha detto il sindaco. <<Sulla rotonda, non è stata convocata nessuna Conferenza di servizi tra Provincia e Comune e attualmente ritengo che il problema non sia stato risolto>> che ha concluso prendendosi ‘impegno di sentire l’assessore della Provincia per verificare gli attuali aspetti della rotonda.

AZIONI PER L’INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLA CITTA’ Il consigliere del Pd, Gabriele Orrù, chiede al sindaco quali saranno le prossime mosse per il futuro di un territorio come quello della nostra città, ricco di enormi potenzialità. <<L’internazionalizzazione è un percorso complesso. Cercheremo di sfruttare le potenzialità, utilizzando i canali tradizionali per la sponsorizzazione del marchio di Quartu>> ha risposto il sindaco Mauro Contini.

PROGRAMMAZIONE GRANDI EVENTI Il consigliere dell’Italia dei Valori, Gianluigi Serra, ha chiesto al sindaco quale sarà la programmazione dei grandi eventi, soprattutto vista la delega in mano al primo cittadino. Insomma, cosa vuole fare l’amministrazione? <<La nostra città ha tutte le caratteristiche per ospitare grandi eventi.>>. Il sindaco elenca i prossimi grandi eventi. Si parte da Quartu 2011-Margine Rosso Arena, evento di cui ho già parlato in uno dei precedenti post, poi il ritorno del Campionato italiano di Offshore e annuncia anche l’arrivo e l’organizzazione nella nostra città di alcuni laboratori di progettazione in scala urbana che vedranno come protagonisti alcuni studenti di importanti facoltà di architettura. Risposta del consigliere Serra: <<Un grande evento sarebbe avere una normale e buona amministrazione>>.

RIMODULAZIONE DEI PARCHEGGI A PAGAMENTO Il consigliere del Pd, Giuliano Piludu, chiede all’assessore alle Politiche infrastrutturali e della mobilità, Stefano Lilliu l’allargamento dei parcheggi a spina di pesce visto l’aumento delle macchine di grandi dimensioni nel. A domanda, l’assessore risponde: <<I nostri parcheggi fanno riferimento a un decreto ministeriale del 2001. Imporremo le nuove misure dei parcheggi, 2,50 mt x 5 mt. >>

Tra il pubblico la domanda è una sola: ma che macchina ha Giuliano Piludu? (Consigliere Piludu, si fa per scherzare, ndr)

ASSENZA DEI DISSUASORI TRA PIAZZA XXV APRILE E VIA REGINA MARGHERITA Parla il consigliere del Pd, Stefano Secci: <<E’ necessario creare delle zone pedonali con il posizionamento di alcuni dissuasori per favorire il passaggio pedonale>>. Risposta dell’assessore Lilliu <<Stiamo monitorando la zona del centro storico e provvederemo alla sistemazione di alcuni dissuasori>>

REALIZZAZIONE RETE GAS Il consigliere Pd, Rita Murgioni, chiede all’assessore Lilliu, (per lui una bella tripletta di interrogazioni, ndr) quale è la situazione della rete del gas, ferma sulla carta alla convenzione del 2006. La Murgioni ha ricordato che Quartu, è compresa nel bacino 33, e che il comune capofila di questa operazione è Quartucciu. <<Siamo nell’ultima fase, il lotto è in approvazione e secondo l’amministrazione di Quartucciu, i lavori dovrebbero iniziare nel febbraio 2011>> ha risposto l’assessore.

COLLEGAMENTI TRA CENTRO STORICO E LITORALE Nuova interrogazione del consigliere dell’IdV, Serra. Questa volta, l’esponente dell’Italia dei Valori, domanda ancora una volta all’assessore Lilliu (ed è poker, ndr) delucidazioni sull’assenza di un collegamento tra centro e litorale vista la cancellazione, della linea Ctm, 2Q. Serra parla delle dichiarazioni programmatiche del sindaco, che mettevano in litorale di nuovo al centro della politica dei trasporti cittadini. <<La linea 2Q è stata sopressa dal Ctm e dalla precedente amministrazione a causa di una frequenza molto alta.>>, ha risposto l’assessore, aggiungendo che il percorso della mobilità deve essere utilizzato per lo sviluppo dell’area metropolitana. Secca la ribattuta di Serra: <<Il discorso della precedente amministrazione non è una buona scusa>>

GREEN ECONOMY Ancora il consigliere Serra, questa volta però la domanda è per l’assessore alle Politiche ambientali, Fortunato Di Cesare, in merito alle politiche dell’amministrazione sul risparmio energetico, sulle fonti di energia alternativa. <<Le iniziative programmatiche non possono essere subito intraprese dalla nostra amministrazione ma le faremo partire al più presto>>, ha cosi risposto l’assessore.

APPALTO SOCIETA’ ABBANOA <<L’acqua e il servizio fognario devono essere un bene e un servizio per tutti. Come consiglio, dobbiamo tutelare i cittadini della zona di Flumini che da tempo attendono lavori e strutture ancora irrealizzate>>. Cosi il consigliere Pd, Francesco Piludu, chiede all’assessore Di Cesare, quale è lo stato dei lavori nella zona del litorale. <<Continuiamo ad avere incontri per discutere delle problematiche legate ai lavori nella zona>>, ha detto Di Cesare, che ha ricordato come nell’appalto dei Abbanoa, potrebbero essere coperte anche altre zone del litorale nelle quali il servizio fognario è ancora assente e che l’amministrazione valuterà il grado di priorità degli inteventi.

APPALTO GLOBAL SERVICE Interrogazione del consigliere Pd, Secci, sullo stato dell’arte per l’appalto Global Service. Il contratto era stato sospeso per il ricorso al Tar di alcune ditte concorrenti. L’assessore Di Cesare ha comunicato che la sentenza definitiva sull’appalto arriverà il 30 novembre ma che la stipula del nuovo contratto avverrà il 24 novembre. Da Secci, l’invito ad un rinvio per la stipulazione del nuovo contratto in attesa della sentenza.

PANNELLI FOTOVOLTAICI SU PERGOLI E GAZEBO Il consigliere Orrù, chiede all’assessore all’Urbanistica, Francesco Caput, come procedono negli uffici comunali, le richieste per l’istallazione di pannelli fotovoltaici su pergoli e gazebo osservando che alcune pratiche sono state bloccate. L’assessore, ricordando che l’istallazione dei pannelli sui pergoli non ha ricevuto ancora nessuna regolamentazione comunale, ne regionale, ha illustrato la normale procedura di richiesta che seguono i cittadini interessati.

PARTECIPAZIONE DEL COMUNE AL SALONE INTERNAZIONALE SVIZZERO DELLE VACANZE <<Quali sono le aspettative dell’amministrazione dopo la partecipazione al salone turistico di Lugano?>> Questa è la semplice interrogazione del consigliere Pd, Stefano Busonera rivolta all’assessore alle Politiche di internazionalizzazione e promozione e valorizzazione turistica, Livia Maria Boi. L’assessore risponde in maniera dettagliata e puntigliosa, spiegando quanto la partecipazione del Comune alla manifestazione abbia avuto un significato importante da un punto di vista turistico e sulla possibile adesione del Comune al progetto Visit Italy. Busonera ha subito ribattuto, dicendo che si sarebbe aspettato una miglior partecipazione della città anche attraverso uno studio della fiera e una concertazione degli impianti turistici

INIZIATIVE DELL’AMMINISTRAZIONE DURANTE IL PERIODO NATALIZIO Sempre il consigliere Busonera, ha interrogato l’assessore al Marketing territoriale, Enrico Gherazzu, su quali saranno le iniziative messe in piedi dell’amministrazione durante il periodo natalizio. Gherazzu, dopo aver ringraziato Busonera per l’interrogazione con la quale l’assessore può fare il suo esordio, ha illustrato alcune delle menifestazioni più importanti, come “Mercatini di Natale a Quartu”, nella zona centrale della città, che potrebbe espandersi anche nelle zone di Viale Colombo e in Piazza Santa Maria, permettendo cosi la creazione di nuovi centri commerciali all’aperto.

INCARICHI GRATUITI PER LA VALUTAZIONE DEL BILANCIO Interrogazione del consigliere Pd, Stefano Secci, sulla creazione di uno staff gratuito per la valutazione del bilancio. Secci ha ricordato che questo non rientra nei compiti del sindaco, ma che l’ente locale debba riconoscere ai componenti il compenso minimo sindacale, per tutelare le stesse unità. All’interrogazione risponde l’assessore al Personale, Luigi Falqui: <<L’ufficio del sindaco non è composto da persone assunte a titolo gratuito>>. Nel caso in questione però, si fa rifermento ad un caso di assunzione a titolo gratuito in un ente locale calabrese.

Ammetto di non aver ben capito l’interrogazione, ma almeno una su sedici consentitemela. La discussione si accende sulle ultime due interregazioni.

TENSOSTRUTTURE DI IS ARENAS E FLUMINI Lello Marci (Pd) va contro l’assessore allo Sport, Antonella Pirastu: <<Assessore, lei sa quali sono i problemi delle società sportive in citta?.No, lei è completamente disinteressata>> L’assessore allora, ricorda a Marci quale sia lo stato della due tensostrutture. <<Quella di Is Arenas doveva essere consegnata il 3 maggio del 2010 ma è stata bloccata al secondo collaudo statico. Nella tensostruttura di Flumini i lavori sono fermi al primo collaudo statico per difficoltà finanziarie dell’impresa>>. Nella replica di Marci, una nuova accusa: <<Assessore, lei non vuole avere nulla a che fare con la commissione Sport e Pubblica Istruzione. Mi ritengo insoddisfatto del suo operato>>

POVERTA’ ESTREME <<L’assessore Cadeddu è sempre assente, forse per le risolvere le sue problematiche all’interno della Asl>>. Questo è l’esordio del consigliere Pd, Stefano Delunas che nella sua interrogazione chiede al sindaco Contini, vista l’assenza dell’assessore competente, quali sono le idee dell’amministrazione sulle povertà estreme. <<850 mila euro sono fermi da una delibera dello scorso aprile>>, <<Si, ma in aprile c’eravate ancora voi>>, risponde Lucio Torru (PdL) dai banchi della maggioranza.

Ne nasce una discussione che vede coinvolto tutto il consiglio. La Presidente Mazzuzzi, richiama Torru ma la situazione resta tesa.

<<Giustifico l’assenza dell’assessore Cadeddu per motivi familiari. Il tema richiamato da Delunas, rappresenta uno dei problemi rilevanti da affrontare con la massima attenzione. L’assessore, i dirigenti, l’assessorato svolgono un lavoro di grande sacrificio. Ad agosto abbiamo ricevuto 843 mila euro in aiuto delle povertà estreme. Entro dieci giorni prepareremo un atto di giunta.>> ha risposto il sindaco, ma Delunas però non è soddisfatto e rincara la dose ricordando tutti i bandi regionali a sostegno delle povertà che stanno per scadere. <<La commissione e questo consiglio non sanno nulla delle scadenze. Ho aspettato un po’ di tempo per vedere che sarebbe successo ma su queste esigenze non si deve cazzeggiare>>.

Si chiude con le parole di Delunas il primo question time della Giunta Contini, con i consiglieri della maggioranza in attento e vigile ascolto di un opposizione che si è portata a casa molte promesse della Giunta. Per una volta tanto, il consiglio ha parlato di temi importanti.

Consiglio comunale aggiornato alla settimana prossima. Chissà se il clima sarà ancora cosi teso.

Andrea Matta
Quartu. 9 novembre 2010.

(Per la pubblicazione di questo post su altri siti internet, su blog o su altri media, si prega di citare la fonte.   Grazie, Andrea Matta)

Question time per la Giunta Contini - Foto di Nicola Cabras

@AndreaMatta23 – Studente, speaker @RadioGolfo, web writer,attore, comico, scout, volontario