Fuori Onda

Questo tag è associato a 8 articoli.

2012. Caro amico ti scrivo, cosi mi distraggo un po’

[Collage per i 24 anni - 23 agosto 2012]

[Collage per i 24 anni – 23 agosto 2012]

“Caro amico ti scrivo,
cosi mi distraggo un po’”

Anche il 2012 è passato. Ci togliamo di dosso un anno difficile per la nostra generazione: quella dei senza lavoro, quella dei non iscritti agli uffici di collocamento perché tanto il lavoro non c’è; quella dei contratti che non esistono; che lavorano gratis o per due soldi.

Spesso, anche grazie al post-egocentrico di fine anno, faccio un bilancio dell’anno appena trascorso, passando dall’università a tutte le cose che faccio per provare a crearmi un futuro che possa essere il più bello e roseo possibile.

Sabato, con la truppa del Fuori Onda, abbiamo fatto uno spettacolo al Teatro Eliseo di Nuoro. Tutto bello, tutto molto ben organizzato da Max, Simone e Letizia (al secolo, i conduttori del programma tv e una delle colonne della trasmissione, ndr).
Tornando a casa alle 04.30 del mattino, dopo essermi completamente addormentato in macchina tra Elmas e Sinnai, pensavo a quanto sarebbe bello fare davvero questo lavoro.
Poter vivere di quello che faccio e quanto sarebbe importante per noi, generazione mille euro (ma vanno bene anche 500) vivere per le nostre doti, per le nostre caratteristiche.

“Vedi caro amico cosa ti scrivo e ti dico
e come sono contento
di essere qui in questo momento,
vedi caro amico cosa si deve inventare
per poterci ridere sopra,
per continuare a sperare”

I lunghi viaggi in macchina sono quelli che ti permettono di pensare, di conoscere meglio le persone e te stesso. Ho pensato alla parola studio e ai suoi significati: studio universitario e studio radiofonico/televisivo.
Ho pensato al 15 gennaio e allo spettacolo del Fuori Onda a San Vito, da soli, senza intoppi e senza problemi, al 31 luglio e a quel 30 all’esame di informatica, dato dopo due giorni di campo estivo e uno e mezzo di riposo. Ho pensato a tutte le serate nei locali, alle cene in buona compagnia. Ho pensato all’emozione che provo ogni volta che salgo sul palco, che sia in un locale con venti persone, un teatro con quattrocento, poco importa.
Ho pensato alla diretta dal comune di Selargius con Radio Golfo degli Angeli, a tutti i file mandati a Renato in orario e a quelli fuori tempo massimo, alla uscite con i miei colleghi, ai discorsi incasinati con Ilaria, alla rassegna stampa nel programma dei Lapola, alle risate nella Smart di Laura.
Ho pensato alle ore passate ad organizzare i dibattiti con Stefano, Mauro, Martina e Enrico, ai pezzi per Casteddu On Line, per Lo SportOnline, ai concerti e all’emozione di Luca, Giovanni e Marta nel vedere pubblicato il primo numero di In Cammino.
Ho pensato al Fuori Onda in tv, ai consigli, alle cazziate, alle prove con I precari e con Cipriana, ai viaggi con Federica e Riccardo. Ho pensato a quanto si possa credere davvero in un progetto.
Ho pensato ai bambini del microcitemico e alle loro famiglie coraggiose, ai miei ragazzi del reparto, quelli che son passati e quelli che son rimasti con la speranza che non cambino, alle riunioni di staff con Roberta, Alessio, Costa e Francesco e ai Pipistrelli del Cfm.
Ho pensato alla mia famiglia, alle risate al mare e alla bellezza del Natale appena trascorso.

E se quest’anno poi passasse in un istante,
vedi amico mio
come diventa importante
che in questo istante ci sia anch’io. 

Mai come quest’anno ho capito che per conoscere davvero le persone devi poter condividere qualcosa con loro. Uso il verbo condividere non a caso. Spesso, scambiamo la realtà virtuale con quella di tutti i giorni. Abusiamo anche del termine amico.
Attenzione: conosci davvero una persona se vivi qualcosa con lui, condividi uno stile di vita, uno spettacolo, una bella risata, una chiacchierata che ti lascia qualcosa, una telefonata.
Tutto il resto è finzione, non esiste, e se esiste prima o poi scoppia in un litigio, un’incomprensione, in frasi non dette e messaggi non inviati.
Spesso siamo convinti di conoscere una persona solo perché leggiamo quello che scrive su facebook ma non è cosi: se su internet scrivo battute, rido, scherzo con i miei contatti, condivido video con le mie imitazioni, non significa che una volta spento il pc o il cellulare continuo a ridere e scherzare. Spesso mi arrabbio con me stesso. Mi chiedo se tutto quello che sto facendo abbia un senso o sia tutta una falsa illusione.
Ci sono state giornata in cui mi sono detto: basta, cambio vita e vaffanculo a tutti.
Chi mi conosce sa che non sono uno istintivo ma uno che ragiona sulle cose, che pensa, calcola ogni singolo movimento e ogni singola frase per paura di sbagliare ancora.

E poi, ogni tanto, ho paura.
Ho paura di scegliere. Ho paura che tutto questo possa finire da un momento all’altro.
Troppe cose, troppi pensieri. Troppa incertezza sul futuro e su quello che sarà il 2013 alle porte.

Poi penso a chi mi sta vicino, alle persone che mi hanno scelto e quelle che ho scelto, che ho conosciuto meglio in questi dodici mesi e che spero mi stiano accanto anche nel 2013.

L’anno che sta arrivando tra un anno passerà
io mi sto preparando è questa la novità

Buon 2013 a tutti.

Andrea Matta
31 dicembre 2012

Annunci

Fuori Onda – Tutti i video della puntata 6

 I video della puntata numero 6 del programma FUORI ONDA, in onda ogni lunedì alle ore 21 su Videolina.
Clicca “Mi Piace” sulla nostra pagina Facebook

La Pupa e il secchione – Cipriana e Andrea (Francesca Murgia e Andrea Matta)

Cuori Infranti – Simona Pes (Francesca Murgia)

Ingresso Miss Bidda

Cione (Francesco Porcu)

Incurisione Cione

Incursione Ernesto e Barbarina

Il sosia di Miss Bidda

Le Giovani Marmitte – Ziettasa

Il nostro portiere – Mauro Salis

Antonello Frongia

La Califoxi, zia Giustina e la sua vicina di casa

Max e Simone. I giovani e il lavoro

Max e simone. La censura in tv

Fuori Onda – Tutti i video della puntata 5

 I video della puntata numero 5 del programma FUORI ONDA, in onda ogni lunedì alle ore 21 su Videolina.
Clicca “Mi Piace” sulla nostra pagina Facebook

Andrea Matta – Rassegna stampa

La pupa e il secchione, Cipriana e Andrea (Francesca Murgia e Andrea Matta)

Manuela Consuelo Mereu (Letizia Marras)

Zamu (Samuele Zucca)

La rubrica “Cuori infranti” e la signora Pes Simona (Francesca Murgia)

Ernesto e Barbarina (Le Stelle cadenti – Teresa Garau e Mauro Lai)

Joaquin Pireddu e Maria Immacolata Zuddas (Le Stelle cadenti – Teresa Garau e Mauro Lai)

Lavoro No Problem (Letizia Marras)

La telefonata di Simone al direttore

La telefonata di Simone al presidente

Fuori Onda puntata 4 – Guarda i video

 I video della puntata numero 4 del programma FUORI ONDA, in onda ogni lunedì alle ore 21 su Videolina.
Clicca “Mi Piace” sulla nostra pagina Facebook

Andrea e Cipriana (Andrea Matta e Francesca Murgia)

Ernesto e Barbarina (Le Stelle cadenti – Mauro Lai e Teresa Garau)

Manuela Consuelo Mereu (Letizia Marras)

Zia Peppina (Teresa Garau)

Ingresso Miss Bidda

Lavoro ok (Letizia Marras)

Max e Simone. Sketch sulla censura

La Califoxi

Sissy Gold, il burlesque al Fuori Onda

Krystian Zeta, il mimo di Renato Zero

I Bilama e il Supertelegattone

FUORI ONDA – Puntata 3. Guarda tutti i video

I video della puntata numero 3 del programma FUORI ONDA, in onda ogni lunedì alle ore 21 su Videolina.
Clicca “Mi Piace” sulla nostra pagina Facebook

Andrea e Cipriana

La rassegna stampa di Andrea Matta

Federica Urracci e Riccardo Mannai

Cione – Francesco Porcu

Manuela Consuelo Mereu – Letizia Marras

I ballerini – Le stelle cadenti

Ernesto e Barbarina – Le Stelle Cadenti (Mauro e Teresa)

Daniele Cadelano

Zio Angelo – Francesco Porcu

Lavoro No Problem con Letizia Marras

Donata

Luisa e Bullo – Alessandra e Thomas

Il portiere – Mauro Salis

Scuola Afrondanza – Flowers Of The Orient

Dal medico – Le Giovani Marmitte

ANDREA MATTA @ FUORI ONDA

 FUORI ONDA – VIDEOLINA  

PUNTATA 8 – Rassegna stampa da 04.10 

PUNTATA 7 – Rassegna stampa da 08.30

PUNTATA 6 – Rassegna stampa da 03.20

PUNTATA 6 – Ernesto e Barbarina al mare tra palloni e radiolina, dal minuto 05.44

PUNTATA 5 – Rassegna stampa dal minuto 02.25

PUNTATA 5 – Ernesto, Barbarina e il navigatore satellitare con la voce del Premier, dal minuto 08.00

PUNTATA 4  Rassegna stampa dal minuto 05.00 

PUNTATA 3 Rassegna stampa dal minuto 06.25

PUNTATA 2 Rassegna stampa dal minuto 02.30

PUNTATA 2 Telefonata Berlusconi dal minuto 02.45

PUNTATA 1 Telefonata Berlusconi dal minuto 03.58

PROMO FUORI ONDA

STA ARRIVANDO IL FUORI ONDA

LABORATORIO FUORI ONDA – MARTEDI 22 MARZO 2011

LAPOLA NO COST – PUNTATA 05

Ecco l’esordio..  Video completo su LAPOLA NO COST – PARTE 2

LAPOLA PROVINI – MA QUANDO TORNATE IN TV?

Ecco il mio provino… guardate e condividete….

Video originale da MA QUANDO TORNATE IN TV? Parte 3. La mia esibizione inizia a 09.10, con la presentazione dei Lapola

FUORI ONDA su 

FUORI ONDA. ORA SI PARTE.. DAVVERO

Andrea Matta alias Luca Giurato - Foto di Giuseppe Vizzini

Questa sera alle 21, andrà in onda la prima puntata del nuovo programma tv di Videolina, FUORI ONDA.

Che cos’è FUORI ONDA? Non è troppo difficile da spiegare. E’ un nuovo programma comico. E fino a qui tutto bene. Però forse, è meglio spiegare che cosa c’è dietro quello che guarderete questa sera in tv. Ci sono sei mesi di lavoro, di prove, di serate il martedì all’FBI, di tempo impiegato e in certi casi investito per arrivare al risultato finale.

Quando scrivo questo post, ho appena finito di scrivere i tre testi per le prossime tre puntate del programma. Perché scriverle e mandarle in giornata? Perché se ci sono delle cose che ho imparato in questi mesi di lavoro fianco a fianco a dei professionisti sono il rispetto dei tempi e il non rompere le balle al prossimo.

Mai sgarrare nei tempi perché quando devi rivedere otto testi per i comici, ci vuole tempo e in alcuni casi voglia. Mai rompere le balle, perché il nostro “lavoro” è quello di pensare ai nostri tre minuti di celebrità, senza entrare nel merito delle luci, delle inquadrature, di come va spostato quel pannello etc etc. Come diceva la mia prima insegnante di teatro “Voi pensate al testo. A tutto il resto ci penso io”

Sei mesi di “lavoro”. L’avventura del Fuori Onda inizia con i provini per i Lapola, il 6 dicembre 2010. Quasi per un gioco del destino e della cabala, la trasmissione parte il 6 giugno. Coincidenze.

Di quel provino, ricordo le prove fatte a casa, il testo in modalità radio golfo, l’arrivo in teatro, il mio pezzo fatto davanti a trenta, quaranta persone e ancora oggi mi chiedo se qualcuno quel giorno abbia riso. Rivedendo il video, non avrei dovuto fare alcuni personaggi, ma possiamo dire che è andato bene lo stesso. Ricordo il posto messa in onda del provino. Molti amici contenti e felici di avermi visto in tv, anche solo per due minuti e mezzo.

Un altro passaggio chiave di tutti questi mesi di lavoro, è datato 7 febbraio 2011, il mio esordio nella trasmissione “Lapola No Cost”. Ho perso il conto di tutte le volte mi sono detto: <<Voglio riuscire a fare una puntata con i Lapola>>. Di quel giorno ricordo la tensione e la frenesia del backstage. Ricordo anche che la mia telefonata con la voce del premier non l’ha sentita quasi nessuno, qualcuno per fortuna si. Frasi del tipo“Ah, ti ho cassato subito. La voce di Silvio era la tua! Grande”

Poi le tantissime serata all’FBI. Dalle prime telefonate con la voce di Berlusconi a Luca Giurato, passando per qualche imitazione qua e la.

Adesso ci siamo. Da questa sera si parte davvero!

Da bambino volevo entrare negli studi di Videolina, quelli che vedevo passando in Viale Marconi. In realtà, entrai in quegli stessi studi, qualche anno fa, otto anni fa, nel 2003 per registrare una puntata di “Ajo, la scuola in tv”. Ero un 15enne che non aveva mai visto uno studio tv. Certo, avevo sempre giocato con le telecamere, avevo sempre fatto finta di essere alla radio o in tv, ma ora è diverso.

Tre anni e quattro programmi in radio, qualche anno di teatro e ora la tv. Certo, insieme a me ci sono altre quindici persone, quindici comici, cantanti, imitatori e aspiranti tali ma questa è un’occasione imperdibile.

Certo, non sono mancate le serate in cui non mi veniva mezza idea sulla voce o sul testo di un personaggio e qualche volta mi sono chiesto: ma chi me lo fa fare?. Poi pensavo che il treno era partito e che scendere ora sarebbe da stupidi.

Qualcuno, qualche giorno fa, mi ha scritto: Non demoralizzarti e continua a lavorare a testa bassa e vedrai che le soddisfazioni arriveranno.

Arriveranno le serate, arriveranno i primi spot, arriveranno i primi soldi, arriverà quello che un ragazzo di 22 anni con un po’ di potenziale si aspetta per il proprio futuro.

Lavorare a testa bassa, avere rispetto per gli altri, mai rompere le balle al prossimo per essere d’esempio a qualcuno e forse, sotto sotto, per continuare con quel senso di rivincita contro chi non mai creduto in me.

Ragazzi, ora ci siamo. Ora si parte. Davvero.

Andrea Matta

Quartu, 6 giugno 2011

ANDREA MATTA – LABORATORIO FUORI ONDA, LAPOLA NO COST E PROVINI

Andrea Matta alias Luca Giurato - Foto di Giuseppe Vizzini

INTERVISTA FUORI ONDA

LABORATORIO FUORI ONDA – MARTEDI 22 MARZO 2011

LAPOLA NO COST – PUNTATA 05

Ecco l’esordio..

Video completo su LAPOLA NO COST – PARTE 2

LAPOLA PROVINI – MA QUANDO TORNATE IN TV?

Video originale da MA QUANDO TORNATE IN TV? Parte 3. La mia esibizione inizia a 09.10, con la presentazione dei Lapola

Ecco il mio provino… guardate e condividete….

@AndreaMatta23 – Studente, speaker @RadioGolfo, web writer,attore, comico, scout, volontario