Radio

Questa categoria contiene 24 articoli

Tempi Supplementari – Puntata 20

Le voci e le storie di Marco Piras, allenatore del Muravera, squadra che lotta per salvarsi nell’impegnativo campionato di serie D e di Francesco Garau, responsabile organizzativo dell’Antonianun Basket, società cestistica quartese nella puntata numero 20 di Tempi Supplementari in onda lunedì 7 marzo su Radio Golfo degli Angeli con Laura Puddu e Andrea Matta

Riascolta la puntata sul podcast di radiogolfodegliangeli.it

*** Per la pubblicità su Radio Golfo degli Angeli contattaci allo 070.4615656 ***

Annunci

Radio Sant’Elena compie 25 anni

Radio Sant'Elena 25 anniRadio Sant’Elena compie 25 anni. L’emittente comunitaria quartese nata nel 1990 da una idea di don Antonio Porcu festeggerà i suoi primi cinque lustri con uno spettacolo che si terrà domenica 6 marzo alle ore 19.30 nell’Auditorium della Basilica di Sant’Elena.

Sul palco, le voci storiche dell’emittente che negli anni ha saputo rimodellarsi. Nella programmazione giornaliera, la parola di Dio e la trasmissione quotidana delle funzioni religiose si uniscono ai programmi di informazione e di intrattenimento creati e condotti dai giovani della comunità parrocchiale quartese. I giovani sono una una risorsa fondamentale per la radio perché spendono il loro tempo e le loro energie, in maniera volontaria, per la gestione e la produzione radiofonica.

“Festeggiamo i 25 anni ma siamo già al ventiseiesimo” ricorda il direttore Paolo Paulis. “L’idea di far nascere una radio nella nostra parrocchia venne a don Antonio Porcu che di rientro da una premiazione sportiva mi raccontò la sua idea”. Dal primo notiziario registrato da Paulis e Cenzo Meloni su una musicassetta e un registratore negli spazi dell’Oratorio Sant’Elena in via Eligio Porcu fino agli studi in via Eleonora d’Arborea, la diretta streaming sul sito parrocchiasantelena.com e sull’applicazione “Radio Sant’Elena” senza dimenticare la frequenza in fm sui 103.8. La radio è presente anche sui social con la pagina Facabook “Radio Sant’Elena” e su Twitter con l’account @RadioSantElena

Ospiti. Insieme ai protagonisti dell’emittente, al suo fondatore don Antonio Porcu, al responsabile e al supervisore della radio, don Alfredo Fadda e don Davide Collu, sul palco dell’Auditorium ci saranno la 103.80 band, la scuola di ballo Dance Outremer, le Giovani Marmitte, gli Escluso il cane, Lavinia Viscuso e Alessandro Atzeni.

Programmazione settimanale. Tre i programmi in onda il lunedì: “Gate 17” con Jacopo Pisano; “I Radioattivi” con Simone Bellisai e Damiano Aresu e “Alle 21” con Davide Toro e Andrea Matta. Il mercoledì, il basket isolano con “Playground” condotto da Alessandro Moro e Andrea Pelgreffi e l’appuntamento con la musica sarda con “Tradizionis e Cantadas” con Agostino Valdes. Il giovedì ”I due di Piazza Sant’Elena” con Giuseppe Nonnis e Nicola Puddu. Nel fine settimana “La Diocesi in diretta” con Andrea Pala; “Benvenuto Weekend” con Alessadro Parodo e Simona Sanna e la “Unica Club Chart” con Giuseppe “Peppewell” Graziani. Le edizioni giornaliere del “Notiziario Quartese” e gli intermezzi di Radio Inblu completano la programmazione

Tempi Supplementari – Puntata 18

L’ex giocatore del Cagliari e campione d’Italia con i rossoblu Giuseppe Tomasini; Andrea Loi, Filippo Congiu e Gloria Trabuchi dell’Alfieri Pallavolo Cagliari sono gli ospiti della puntata numero 18 di Tempi Supplementari con Andrea Matta e Laura Puddu andata in onda lunedì 22 febbraio su Radio Golfo degli Angeli.

Riascolta la puntata dal podcast di radiogolfodegliangeli<

Per la pubblicità su Radio Golfo degli Angeli contattaci allo 070.4615656

Tempi Supplementari – Puntata 17

I commenti dopo la vittoria contro il Latina e le interviste a Silvia Farigu e Valentina Cabras pluricampionesse di kick boxing e taekwondo nella puntata numero 17 di Tempi Supplementari su Radio Golfo degli Angeli con Andrea Matta e Laura Puddu in onda lunedì 15 febbraio.

Riascolta la puntata dal podcast di radiogolfodegliangeli<

Per la pubblicità su Radio Golfo degli Angeli contattaci allo 070.4615656

Tempi Supplementari – Puntata numero 16

L’ex arbitro Andrea Contini e il nuotatore Giuseppe Guttuso sono gli ospiti della puntata numero 16 di Tempi Supplementari in onda lunedì 21 dicembre su Radio Golfo degli Angeli con Laura Puddu e Andrea Matta. Durante la puntata, l’intervista con il presidente della Lega B, Andrea Abodi.

+++Per la pubblicità su Radio Golfo degli Angeli contattaci allo 070.4615656+++

Tempi Supplementari su Radio Golfo degli Angeli: intervista con Andrea Abodi

Il futuro della serie cadetta e il nuovo stadio del Cagliari nell’intervista realizzata da me e Laura Puddu al presidente della Serie B Andrea Abodi e andata in onda durante “Tempi Supplementari” su Radio Golfo degli Angeli (lunedì 21 dicembre 2015)

Tempi Supplementari – Puntata 15

Il d.g del Sant’Elena Luca Meloni e il presidente dei Crusaders Cagliari, Emanuele Garzia ospiti della puntata numero 15 di Tempi Supplementari su Radio Golfo degli Angeli con Laura Puddu e Andrea Matta.

+++Per la pubblicità su Radio Golfo degli Angeli contattaci allo 070.4615656 +++

Alle 21 – Puntata del 14 dicembre 2015

https://www.mixcloud.com/widget/iframe/?embed_type=widget_standard&embed_uuid=a7884d60-32ca-43bd-9ab2-0dbf2cf35b00&feed=https%3A%2F%2Fwww.mixcloud.com%2Fradiosantelena%2Falle-21-14-dicembre-2015%2F&hide_cover=1&hide_tracklist=1&replace=0

Alle 21 14 Dicembre 2015 by Radio Sant’ Elena on Mixcloud

Tempi Supplementari – Puntata numero 14

7 dicembre – Gianmario Sittinieri presidente della Scuola calcio Santo Stefano, Federica Arca e Giuseppe Spanu del Comitato Regionale della FITArco sono gli ospiti della quattordicesima puntata di Tempi Supplementari con Laura Puddu e Andrea Matta su Radio Golfo degli Angeli.

+++ Per la pubblicità su Radio Golfo degli Angeli contattaci allo 070.4615656 +++

Tempi Supplementari – Puntata numero 13

Mario Frongia in collegamento telefonico; in studio Samuele Zucca della Globefish Dodgeball Cagliari sono gli ospiti della puntata numero 13 di Tempi Supplementari con Laura Puddu e Andrea Matta su Radio Golfo degli Angeli.

+++ Per la pubblicità su Radio Golfo degli Angeli contattaci allo 070.4615656 +++

Tempi Supplementari – Puntata 12

Rolando Sordo (Cagliari Club “Gerry Hitchens”) e Cristina Sanna e Raffaele Santoni dell’Asd Saspo onlus sono gli ospiti della puntata numero 12 di Tempi Supplementari su Radio Golfo degli Angeli con Laura Puddu e Andrea Matta.

+++ Per la pubblicità su Radio Golfo degli Angeli contattaci allo 070.4615656 +++

Tempi Supplementari – Puntata numero 11

Carlo Rossi e Stefano Curcio dell’A.S.D. Marcozzi Tennistavolo Cagliari e in collegamento telefonico il sindaco di Quartu Sant’Elena, Stefano Delunas sono gli ospiti della puntata numero 11 di Tempi Supplementari su Radio Golfo degli Angeli con Laura Puddu e Andrea Matta

+++ Per la pubblicità su Radio Golfo degli Angeli contattaci allo 070.4615656 +++

Tempi Supplementari – Puntata numero 10

Daniele Costa, allenatore della Villacidrese, Marta e Giulia De Guio (Amsicora Femminile) sono gli ospiti della decima puntata di Tempi Supplementari su Radio Golfo degli Angeli con Laura Puddu e Andrea Matta.

+++ Per la pubblicità su Radio Golfo degli Angeli contattaci allo 070.4615656 +++

Radio Golfo degli Angeli – Risultati elezioni comunali 2012

Seguici su   Radiogolfo Degliangeli 

RISULTATI ELETTORALI
SELARGIUS
SINDACO: GIAN FRANCO CAPPAI (centrodestra – riconfermato) 7628 voti 53,45%; RITA CORDA (centrosinistra) 6641 voti 46,54%
Liste: PDL 18,14%; PD 14,32%; Rif 13,06%; UDC 10, 25%; IdV 9,16%; Selargius per Rita Corda 7,60%; Selargius Futura 5,21%; Sel 4,99%; Psd’Az 4,97%; Selargius in movimento 4,95%; Uds 3,90%; La Destra 2,59%

QUARTUCCIU
SINDACO: LALLA PULGA (civica/centrosinistra) 1.961 voti, 31,80%; MELONI ANTONIO NOTO TONINO 1.732 voti, 28,08; MURRU CARLO 1.555 voti 25,21; MARTINGANO BRUNO FLAVIO 918 voti 14,88

CASTIADAS
SINDACO: QUINTINO SOLLAI (civica) 575 voti, 51,66%; EUGENIO MURGIONI 538 voti, 48,33%

NURAGUS
SINDACO: FRANCO LATTI (civica) 337 voti, 47,73%, GIOVANNI DAGA 189 voti, 26,77%; ELIA PILI 180 voti, 25,49%

NURALLAO
SINDACO: GIOVANNI DESSI’ (civica) 468 voti, 47,95%, SALVATORE MANCA 392 voti, 40,16%, SEBASTIANO ONNIS 116 voti, 11,88%

PIMENTEL:
SINDACO: ALESSANDRA CORONGIU (civica) 549 voti, 65,43%; CECILIA ORTU 290 voti, 34,66%

SAN SPERATE
SINDACO: ENRICO COLLU (civica) 1430 voti, 33,24%, STEFANIA SPIGA 1031 voti, 23,97%, ANTONIO PAULIS 1029 voti, 23,32%; TOMASO SCIOLA 644 voti, 14,97%; ANTONIO SCIOLA 167 voti, 3,88%

SERRI
SINDACO: ANTONIO GAVIANO (civica) 212 voti, 41,89%; GIOVANNI MELIS 157 voti, 31,02%; GIAN LUIGI PUDDU 134 voti, 28,48%; LUCA TORDELLA 3 voti, 0,59%

SILIQUA
SINDACO: DANIELE BUSIA (civica) 1079 voti, 40,71%; DANIELE GHISU 998 voti, 37,66%; PIERGIORGIO LIXIA 573 voti, 21,63

SIURGUS DONIGALA
SINDACO: DANILO ARTIZZU (civica) 825 voti, 54,52%; ANTONELLO OLLA 66 voti, 45,47%

VALLERMOSA
SINDACO: FRANCESCO SPIGA (civica) 713 voti, 52,42%; ALBERTO PILI 647 voti, 47,57%

VILLAPUTZU
SINDACO: FERNANDO CODONE (civica) 1610 voti, 49,29%, GIANCARLO PORCU 953 voti, 29,17%; ALBERTO SCIOLA 703 voti, 21,52%

VILLASOR
SINDACO: WALTER MARONGIU (civica) 2270 voti, 52,66%, EFISIO PISANO 1156 voti, 26,62%; CARLO PIRAS 669 voti, 15,52%; MAURIZIO BASILE 215 voti, 4,98%.

Fonte: Prefettura di Cagliari

DIRETTA RADIO
19.30 – Direttagolfo. Finisce qui la nostra diretta.
19.00 – Direttagolfo. In diretta dal consiglio comunale di Selargius, il capolista del PDL, Mariano Contu
18.45 – Direttagolfo – Gian Franco Cappai ai nostri microfoni
18.15 -Direttagolfo – Gian Franco Cappai è arrivato nell’aula consigliare. Tra poco sarò in diretta con noi.
18.02 – Direttagolfo – Si torna live. Una sezione ufficiale ma ufficiosamente Cappai vola in vantaggio. Tra poco sarà in diretta con noi..
17.55 – Direttagolfo – Torniamo in diretta. A Selargius, confermato il vantaggio di Cappai su Corda
17.50 – Direttagolfo – Gian Franco Cappai (centrodx) in vantaggio su Rita Corda (centrosx). In diretta, il segretario provinciale de La Destra, Daniele Caruso.
17.33 -Direttagolfo – Lalla Pulga in diretta. “Quartucciu ha capito che il nostro è un nuovo progetto. Faremo il meglio per la città” “Per Quartucciu, cambierà il modo di amministrare”
17.20 – Direttagolfo – Lalla Pulga vince a Quartucciu e noi siamo tornati in diretta su Radio Golfo degli Angeli.
17.00 -Direttagolfo – Torniamo live. A serramanna vince il Pd.
16.44 – Direttagolfo. Gheraldo Gheraldini in diretta. Voci di corridoio ma i grillini non a Quartucciu non piacciono
16.30 -Direttagolfo – Ci siamo, in diretta
Alle 16.30, primo collegamento dall’aula consigliare di Selargius su Radio Golfo degli Angeli. Avete qualche dato? #direttagolfo
16.00 – Direttagolfo – Hanno attaccato l’aria condizionata. E’ un buon segno. Qualche problemino tecnico ma stanno lavorando per noi..
15.45 – Direttagolfo – Affluenza massima al seggio numero 8 con 66,11%. Poco sopra al cinquanta, il seggio numero 5 50, 37%
15.34 – Direttagolfo – Arrivati a Selargius. Poca affluenza alle urne e tre persone in consiglio comunale

SEGUI LA DIRETTA ELETTORALE SU RADIO GOLFO DEGLI ANGELI DALLE ORE 16.
Commenti e interviste in diretta dallo studio e con i collegamenti dalla sala consigliare del comune di Selargius per seguire il risultato elettorale dei 64 centri dell’isola chiamati al voto.

Sms al 347.5405477 – posta@radiogolfodegliangeli.it
Seguici anche su twitter con l’hashtag #direttagolfo

VOTANTI ALLE ORE 22: PERCENTUALI IN CALO
Crolla la percentuale dei votanti. Alle 22 di ieri aveva votato il 47,52% degli aventi diritto, contro il 52,60% delle precedenti consultazioni. Nella provincia di Cagliari, la percentuale è di poco sotto la media 43,4%. A Nuoro ha votato il 53,02%, Oristano 44,93%, Sulcis-iglesiente 53,40%, Medio-Campidano 47,54%, Ogliastra 52,30%. A Sassari ha votato il 47,27%, in Gallura il 55,88%

SITI INTERNET:

QUARTU, FLUMINI. AMMINISTRAZIONE E POLIZIA INCONTRANO I CITTADINI PER COMBATTERE LA CRIMINALITA’ NELLA ZONA

Incontro cittadini Flumini - Foto di Alessandro Mei per Radio Golfo degli Angeli

 Amministrazione quartese e Polzia di Stato affianco ai cittadini di Flumini e del litorale contro i continui atti vandalici nella zona. Questo il tema dell’incontro organizzato dall’amministrazione comunale svoltosi sabato mattina, nei locali della Parrocchia di San Luca a Quartu

Gli abitantii non si sentono sicuri nelle loro case, da quando rapine e furtii sono diventati fatti di ordiaria amministrazione e  hanno fatto sentire la loro voce,  ascoltati dal Sindaco di Quartu, Mauro Contini, dal Questore della Provincia di Cagliari, Luigi Savina e dagli altri agenti del Commissariato di Polizia di Quartu e della Polizia Municipale.

“La sensazione di non sentirsi sicuri a casa propria è intollerabile. Il cittadino non deve essere lasciato da solo” ha detto il sindaco nella sua introduzione “Questo incontro è il primo passo verso una cultura di prevenzione contro questi atti vandalici”.

Per il questore di Cagliari, Savina, la polizia deve dialogare faccia a faccia con i cittadini. Il questore ha poi sottolineato che nella città di Quartu, fino al mese di novembre, i reati e i furti sono in calo rispetto all’anno precedente (2109 reati nei primi undici mesi dell’anno, -613 rispetto al dato del 2010; dai 1227 furti nel 2010, si è passati agli attuali 984).

Alcuni agenti di polizia hanno illustrato alcuni semplici accorgimenti per prevenire i furti all’interno delle abitazioni,  attraverso atti di sicurezza preventiva e sicurezza passiva come rendere sicure porte e finestre, dotarsi di un sistema di antifurto elettronico, lasciare qualche luce accesa nelle brevi assenze da casa.

Suggerimenti pubblicati in un depliant disponibile presso le edicole, bar, negozi e locali pubblici nel litorale.

Un secondo incontro sul tema della sicurezza nella zona, si terrà domenica 4 dicembre, nei locali della Chiesa di Santa Maria degli Angeli, alle ore 19.

Andrea Matta, 3 dicembre 2011
Nota tratta da Lo strillone-RadioGolfodegliAngeli
(Per la pubblicazione di questo post su altri siti internet, su blog o su altri media, si prega di citare la fonte. Grazie, Andrea Matta)

FUORI ONDA. ORA SI PARTE.. DAVVERO

Andrea Matta alias Luca Giurato - Foto di Giuseppe Vizzini

Questa sera alle 21, andrà in onda la prima puntata del nuovo programma tv di Videolina, FUORI ONDA.

Che cos’è FUORI ONDA? Non è troppo difficile da spiegare. E’ un nuovo programma comico. E fino a qui tutto bene. Però forse, è meglio spiegare che cosa c’è dietro quello che guarderete questa sera in tv. Ci sono sei mesi di lavoro, di prove, di serate il martedì all’FBI, di tempo impiegato e in certi casi investito per arrivare al risultato finale.

Quando scrivo questo post, ho appena finito di scrivere i tre testi per le prossime tre puntate del programma. Perché scriverle e mandarle in giornata? Perché se ci sono delle cose che ho imparato in questi mesi di lavoro fianco a fianco a dei professionisti sono il rispetto dei tempi e il non rompere le balle al prossimo.

Mai sgarrare nei tempi perché quando devi rivedere otto testi per i comici, ci vuole tempo e in alcuni casi voglia. Mai rompere le balle, perché il nostro “lavoro” è quello di pensare ai nostri tre minuti di celebrità, senza entrare nel merito delle luci, delle inquadrature, di come va spostato quel pannello etc etc. Come diceva la mia prima insegnante di teatro “Voi pensate al testo. A tutto il resto ci penso io”

Sei mesi di “lavoro”. L’avventura del Fuori Onda inizia con i provini per i Lapola, il 6 dicembre 2010. Quasi per un gioco del destino e della cabala, la trasmissione parte il 6 giugno. Coincidenze.

Di quel provino, ricordo le prove fatte a casa, il testo in modalità radio golfo, l’arrivo in teatro, il mio pezzo fatto davanti a trenta, quaranta persone e ancora oggi mi chiedo se qualcuno quel giorno abbia riso. Rivedendo il video, non avrei dovuto fare alcuni personaggi, ma possiamo dire che è andato bene lo stesso. Ricordo il posto messa in onda del provino. Molti amici contenti e felici di avermi visto in tv, anche solo per due minuti e mezzo.

Un altro passaggio chiave di tutti questi mesi di lavoro, è datato 7 febbraio 2011, il mio esordio nella trasmissione “Lapola No Cost”. Ho perso il conto di tutte le volte mi sono detto: <<Voglio riuscire a fare una puntata con i Lapola>>. Di quel giorno ricordo la tensione e la frenesia del backstage. Ricordo anche che la mia telefonata con la voce del premier non l’ha sentita quasi nessuno, qualcuno per fortuna si. Frasi del tipo“Ah, ti ho cassato subito. La voce di Silvio era la tua! Grande”

Poi le tantissime serata all’FBI. Dalle prime telefonate con la voce di Berlusconi a Luca Giurato, passando per qualche imitazione qua e la.

Adesso ci siamo. Da questa sera si parte davvero!

Da bambino volevo entrare negli studi di Videolina, quelli che vedevo passando in Viale Marconi. In realtà, entrai in quegli stessi studi, qualche anno fa, otto anni fa, nel 2003 per registrare una puntata di “Ajo, la scuola in tv”. Ero un 15enne che non aveva mai visto uno studio tv. Certo, avevo sempre giocato con le telecamere, avevo sempre fatto finta di essere alla radio o in tv, ma ora è diverso.

Tre anni e quattro programmi in radio, qualche anno di teatro e ora la tv. Certo, insieme a me ci sono altre quindici persone, quindici comici, cantanti, imitatori e aspiranti tali ma questa è un’occasione imperdibile.

Certo, non sono mancate le serate in cui non mi veniva mezza idea sulla voce o sul testo di un personaggio e qualche volta mi sono chiesto: ma chi me lo fa fare?. Poi pensavo che il treno era partito e che scendere ora sarebbe da stupidi.

Qualcuno, qualche giorno fa, mi ha scritto: Non demoralizzarti e continua a lavorare a testa bassa e vedrai che le soddisfazioni arriveranno.

Arriveranno le serate, arriveranno i primi spot, arriveranno i primi soldi, arriverà quello che un ragazzo di 22 anni con un po’ di potenziale si aspetta per il proprio futuro.

Lavorare a testa bassa, avere rispetto per gli altri, mai rompere le balle al prossimo per essere d’esempio a qualcuno e forse, sotto sotto, per continuare con quel senso di rivincita contro chi non mai creduto in me.

Ragazzi, ora ci siamo. Ora si parte. Davvero.

Andrea Matta

Quartu, 6 giugno 2011

CAGLIARI. STUDENTI, PROFESSORI, LAVORATORI PRECARI, TUTTI A DIFESA DELLA COSTITUZIONE

Raccontare una manifestazione a difesa di qualcosa è sempre difficile. Spesso ci si sofferma su intervento, tralasciandone un altro, che magari, non si è capito oppure non sembrava troppo utile.

Ma la manifestazione in difesa della Costituzione, della scuola, dei fondi per lo spettacolo svaligiati per l’ennesima volta, era troppo importante, quasi da assenza giustificata con la presenza dei genitori, un po’ come si faceva a scuola.

Partiamo dalla fine. Nell’intervento conclusivo, il professor Gianmario Demuro ha parlato di una informazione libera, a prescindere dai giornali, dalle tv.

Ecco, questo è l’obiettivo di questo post. Raccontare quella che è stata una manifestazione, senza nessun colore politico. Non sarà un articolo di commento, per quelli ci pensano i giornalisti più seri, quelli che non stanno fino alla fine della manifestazione ma arrivano, fanno due o tre inquadrature magari al candidato di turno, una breve intervista a quello più “famoso” degli altri e se ne vanno via. Questo è un post diverso, possiamo dire con nomi e cognomi, perché chiunque interviene in queste manifestazioni deve essere trattato in egual modo.

Una manifestazione libera, con un palchetto allestito davanti al Palazzo di Giustizia di Cagliari, in Piazza Repubblica. Tutto intorno una città che si prepara a una competizione elettorale ma che questa volta, ha lasciato a casa le bandiere politiche e si è riunita sotto un unica bandiera, quella tricolore.

Tanti gli interventi, alla fine se ne conteranno diciotto

Il primo a parlare è stato Piero Ciarlo, noto costituzionalista, secondo il quale, l’obiettivo delle forze politiche è quello di conquistare tre elementi fondamentali nel nostro paese: la scuola, la cultura e la magistratura. Per Ciarlo, la riforma della giustizia, proposta qualche giorno fa dal Governo, tende a destrutturare la Costituzione e a portare la giustizia sotto il dominio dell’esecutivo. <<Le piazze con il tricolore sono le piazze che difendono la libertà. Cacceremo la cricca di corrotti>>, cosi ha chiuso il costituzionalista.

<<Lottiamo per la Costituzione, per i diritti e per la democrazia>>, ha detto Andrea Deffenu, docente nella Facoltà di Scienze Politiche. che ha parlato dell’attacco alla nostra carta costituzionale su tre fronti: parlare di riforme per nascondere l’incapacità politica ad affrontare i reali problemi del paese; un attacco storico e culturale per delegittimare le origini democratiche e repubblicane del nostro stato e un attacco insidioso ai principi del costituente che limitano il potere e il rispetto delle regole.

Come abbiamo detto nell’introduzione, non si è parlato solo di Costituzione, ma anche di scuola.
Lo hanno fatto Rita Sanna, insegnante e due studentesse universitarie, Francesca e Federica.
Per l’insegnante, la scuola e il diritto all’istruzione sono sotto un attacco sferrato da chi dovrebbe stare dalla parte di insegnanti e studenti. Tra le ragioni di questa offensiva, la principale è il finanziamento pubblico per le scuole private. Le due studentesse universitarie invece, incentrano il loro intervento sul caratterizzare lo stato sociale come stato di cultura, sulla funzione, sui diritti e i doveri della scuola pubblica e sul presupposto che lo Stato non può accettare che l’università perda la sua funzione di ascensore sociale.

C’è spazio per un altro appello accorato di un insegnante, Gianfranco Sperati. Per lui, portavoce di un gruppo di docenti di Gonnosfanadiga, il Presidente del Consiglio, non è mai stato un esempio per il rispetto della Costiuzione, non è un modello per i giovani. E’ l’esempio del ritorno del trasformismo storico, ora diventato una compravendita degna di un mercato calcistico.

Scuola ma non solo. Anche i magistrati e gli avvocati hanno partecipato a questa manifestazione. Per loro, ha parlato Antonio Volpi che dopo aver elencato gli articoli della costituzione relativi alla Magistratura e ha letto un comunicato della Associazione Sarda Magistrati. Nel comunicato, un commento sulla riforma della giustizia, che secondo l’ASM, porta la una magistratura ad una maggiore attenzione alla maggioranza politica di turno senza nessuna modifica sui processi e sulle risorse destinate al potere giudiziario.

Il momento più toccante e più sentito dalla piazza è stato il discorso di due lavoratori dell’Ente Lirico di Cagliari che, dopo il nuovo taglio al Fondo Unico per lo Spettacolo, hanno visto peggiorare ancora una volta la loro situazione. <<Il teatro versa in una condizione terribile. Se l’Ente Lirico sparirà sarà un danno per tutta la città. Scenderemo in piazza per il teatro della vostra città e lo faremo organizzando una manifestazione pubblica e un concerto gratuito al Bastione di San Remy il 17 marzo, dalle 11 alle 13. Noi non abbiamo mai smesso di esibirci, dobbiamo batterci per difendere il nostro futuro>>.

Scuola, teatro ma c’è spazio anche per la libertà di culto religioso, con l’intervento di Cristina Arcidiacono rappresentante della Chiesa evangelica battista di Cagliari. <<Lottiamo per la laicità dello Stato, per la libertà sul testamento biologico, per una alternativa all’ora della religione cattolica nella scuola pubblica e perché la diversità religiosa sia una ricchezza>>.

In piazza a difesa della Costituzione c’è spazio anche per personalità diverse, come lo scrittore cagliaritano Flavio Soriga e Don Ettore Cannavera, direttore della Comunità La Collina. <<Siamo qui per difendere una costituzione democratica e la scuola pubblica>> ha detto Soriga, mentre Cannavera, non potendo essere presente in piazza ha inviato una lettera, letta dal presentatore della manifestazione, il giornalista Rai, Ottavio Olita, nella quale ha ricordato che perdere la libertà di espressione significa perdere la democrazia e che è più pericoloso il silenzio dei poveri innocenti che il danno dei potenti.

<<Un paese ha bisogno di lavoratori per renderlo migliore. Il rispetto dell’articolo 1 della nostra Costituzione significa rispettare i lavoratori>>, cosi Nicola Marongiu, Segretario della Camera del Lavoro di Cagliari.

Olita chiede un minuto di silenzio per la tragedia che ha colpito in Giappone. Un minuto di silenzio assoluto, intenso in tutta la piazza. Forte applauso e spazio per un altro intervento, quello di Carlo Cotza, Presidente dell’Associzione ARC di Cagliari che ha incentrato il suo intervento sul rispetto dell’articolo 3 della nostra Carta, che si riferisce al rispetto dell’eguaglianza formale e sostanziale e sulla diversità, vista ancora una volta come valore e sulla mancanza di leggi a tutela della minoranze di genere.

Ancora una storia sul lavoro, sul lavoro precario, quella portata sul palco da Manuela Bornia, che nella condizione di cassaintegrata si sente privata di un ruolo attivo nella società e di uno stato fondato sul lavoro. Racconta del precariato fatto di remunerazioni arrivate in ritardo e la lotta per realizzare i suoi sogni di libertà.

Nella scaletta degli interventi vige l’alternanza e dopo l’intervento di una cassaintegrata, sale sul palco Gianluca Scroccu, presidente della Fondazione Luca Raggio, che ricorda la vita di un sindacalista del dopoguerra come Giuseppe Di Vittorio e riprende la linea seguita negli interventi che l’hanno preceduto <<Viviamo in un Italia che distrugge la cultura. Diciamo no a chi tagli i fondi il sapere e ci togli e i libri>>

Tra i temi trattati durante la manifestazione, c’è anche la sanità. Ne ha parlato Gisella Trincas, presidente dell’Associazione ASARP. <<In questo paese sono stati negati i servizi sociali, la tutela alla salute, la distribuzione dei farmaci e soprattutto la tutela alla sanità mentale>>. Trincas ha ricordato anche gli squilibri nella sanità tra regioni del nord e quelle del meridione e gli squilibri interni in una regione come la Sardegna, che nel campo della sanità mentale sono stati creati dalla Giunta regionale e dall’Assessore alla Sanità.

Due studentesse del Liceo Dettori di Cagliari, hanno poi presentato una petizione contro le parole del Premier rivolte agli insegnanti della scuola pubblica, che secondo Berlusconi non sono in grado di educare. Nelle parole delle studentesse, torna il tema di una scuola pubblica che insegni a pensare liberamente, in modo laico e in una società basata sulla democrazia.

L’ultimo intervento è stato quello di Marcello Abis attivista di Agende Rosse Sardegna. <<Dobbiamo combattere le indifferenze, vigilare sulle conoscenze e portare avanti le nostre idee con coraggio. Portartiamo la mafia fuori dallo Stato e ripartiamo dal senso civico>>.

Torniamo al punto da cui abbiamo iniziato, alle parole del professor Demuro sulla libertà di stampa, sul non abbandonare la piazza dopo questa importante manifestazione. <<Ognuno si senta responsabile della Costituzione>>.

Faccie, volti e storie. Tutte insieme. Negli occhi degli studenti, dei professori universitari, dei giornalisti, dei precari del Teatro Lirico, degli operatori della sanità, dello spettacolo, nel raccoglimento per le vittime dello tzunami in Giappone, c’è tutta una piazza, che senza colore politico, ha voglia di ricominciare.

Ricominciare a pensare al proprio futuro.

Andrea Matta

Quartu, 12 marzo 2011

(Per la pubblicazione di questo post su altri siti internet, su blog o su altri media, si prega di citare la fonte. Grazie, Andrea Matta)

Tricolore sulla gru - Foto di Giuseppe Vizzini

TUTTI GIU’ PER TERRA SU RADIO GOLFO DEGLI ANGELI – TUTTE LE PUNTATE

PAGINA AGGIORNATA SU TUTTI GIU’ PER TERRA

PAGINA 

PUNTATA 12 – Manifestazione “Se non ora quando?” Cagliari

Nella 12a puntata, Claudia Sarritzu presenta la manifestazione “Se non ora quando?” in favore delle donne. Nella puntata, l’intervista a Luisa Sazzu

PUNTATA 11  – Agricoltura in Sardegna

Nella 11a puntata si parla della situazione dell’agricoltura in Sardegna. In studio con Claudia Sarritzu, Roberto Boi e Moreno Pisano

PUNTATA 10 – Disoccupazione in Sardegna

Nella 10a puntata, il punto sulla disoccupazione in Sardegna con un’intervista a Enzo Costa, segretario regionale della CGIL

PUNTATA 09  – Kinetica – Clinica Sant’Elena
Nella 9a puntata, il caso del Policlinico Sant’Elena gestito dalla Kinetica. Nella trasmissione le interviste al sindacalista della CGIL, Sandro Dessì e al sindaco di Quartu Sant’Elena, Mauro Contini

PUNTATA 08 – Riassunto vertenze 2010

Nella prima puntata del 2011, facciamo il punto sulle vertenze affrontate qualche mese fa, con le interviste con le interviste a Michele Cossu (Vinlys), Salvatore Corriga (Rockwool), Sergio Muscas (Geas), Felice Floris (Movimento Pastori Sardi) e Marco Meloni (Università)

PUNTATA 07 – Precari del Teatro Lirico di Cagliari

Nella puntata numero 7, la voce dei precari del Teatro Lirico di Cagliari con l’intervista a Salvatore Campus e le problematiche del teatro in Sardegna con l’attore Elio Turno Arthemalle

PUNTATA 06 – Riforma Gelmini sulla scuola pubblica

Nella puntata numero 6, il mondo della scuola pubblica e la Riforma Gelmini con le interviste ad un insegnante, Gisa Dessì, uno studente, Roberto Ursino e all’Assessore regionale all’Istruzione, Sergio Milia.

PUNTATA 05 – Precari dell’informazione

Nella puntata numero 5, si parla di precari dell’informazione con la giornalista Francesca Zoccheddu, la fotoreporter Fiorella Sanna e la storia di Luisa

PUNTATA 04 – Università e Ricerca contro il DDL Gelmini

Puntata numero 4  si parla di ‘Università. Come cambierà il mondo universitario con l’approvazione del DDL Gelmini e poi le interviste a una ricercatrice della Facoltà di Tossicologia di Cagliari, Valentina Onnis, al presidente del consiglio degli studenti, Marco Meloni e al Preside della Facoltà di Giurisprudenza di Cagliari, Massimo Deiana.

PUNTATA 03 – Video On Line 2

Nella terza puntata si parla della vertenza VOL 2. Interviste a Nella puntata odierna la vertenza del call center di VOL 2. Interviste  a una portavoce della protesta Valeria Picciau, un operatore del call center, Maurizio Mascia e al fotografo Roberto Cadeddu.

PUNTATA 02 – Cassaintegrati Rockwool
Nella seconda puntata si parla della vertenza Rockwool. All’interno del programma le interviste al portavoce della protesta, Salvatore Corriga, il direttore della Giovanni Frau Gallery Pino Giampà e la giovanissima artista Eleonora di Marino

PUNTATA 01 – Cassaintegrati Vinyls
Si parla della vertenza Vinyls e della protesta dei suoi lavoratori da otto mesi sull’Isola dell’Asinara. Nella puntata le interviste a Michele Cossu, operaio dell’azienda in vendita, Michele Azzu, redattore del blog isoladeicassintegrati.com e Antonio Salaris, da oltre 250 giorni sull’Isola dell’Asinara.

Logo TUTTI GIU PER TERRA - Realizzato da Renato Perra per RADIO GOLFO DEGLI ANGELI

CONSIGLIO COMUNALE QUARTU – 25 01 2011 – SI AL NUOVO PIANO DI SOSTA. SCONTRO MARINI-TORRU

Fa più notizia, l’approvazione del nuovo Piano della sosta oppure la lite verbale tra due consiglieri, che finisce con l’uscita dall’aula di uno dei due contendenti, accompagnato dalla Polizia Municipale?

Mah, non sta a me dirlo, ne tanto meno giudicare. Io, come al solito, preferisco raccontarvi quello che è successo nell’assise comunale della terza città della Sardegna.

All’assemblea sono presenti tutti i consiglieri, ad eccezione del capogruppo dell’Udc, Tonio Pani, mentre nella Giunta Contini, assenti l’assessore al Marketing territoriale, Enrico Gherazzu e l’assessore alle Politiche Sociali, Luigi Cadeddu.

RACCOMANDAZIONI E COMUNICAZIONI L’assise si apre, come di consueto, con le comunicazione e le raccomandazioni dei consiglieri alla Giunta e al Consiglio.

Il consigliere dell’UdC, Carlo Melis, porta in consiglio un tema molto importante in città, soprattutto in questi giorni, quello della chiusura del Reparto di Ostetricia nella Clinica Sant’Elena. <<E’ il momento di aprire una vertenza sulla realtà sanitaria nella nostra città>>, ha detto Melis, che chiede al Presidente dell’Assemblea, Franca Mazzuzzi, l’intervento in Consiglio dell’assessore Regionale alla Sanità, Antonello Liori. Pronta la risposta del Sindaco, che pare preoccupato per la situazione dei 125 lavoratori che con il ridimensionamento della Clinica, rischiano la perdita del posto di lavoro. <<Presto, spero di avere un incontro con il commissario dell’Asl 8, per parlare con lui di questo importante tema per la città.>>

C’è spazio anche per una raccomandazione del consigliere del PD, Francesco Piludu, sulla condizione della Biblioteca comunale di Via Cagliari. Secondo il consigliere: <<Quella struttura ormai, non è più funzionale per gli studenti, per l’assenza del riscaldamento durante tutta la giornata, per l’impossibilità da parte dell’utilizzo dei computer, vista la precarietà della servizio elettrico nella struttura.>>

Il consigliere del PD, Stefano Busonera, comunica all’assessore alle Politiche Ambintali, Fortunato Di Cesare, la situazione del manto stradale nelle zone di Flumini, soprattutto dopo le piogge dei mesi di ottobre e di novembre. Comunicazione analoga, viene fatta anche da Gianluigi Serra, ex consigliere dell’Italia dei Valori, su una “voragine” nella strada comunale di Is Cirixeddus, nella zona di Flumini. Ultima comunicazione, se possiamo dire cosi, stradale, è quella del consigliere del PD, Stefano Secci sul fondo stradale, che in alcune parti della città, veniva rassettato da alcuni tecnici di Abbanoa, servizio che l’azienda ora non offre più.

APPROVAZIONE VERBALI E INTERROGAZIONE MARCI ALL’ASSESSORE ALLA PUBBLICA ISTRUZIONE Approvati i verbali delle sedute consiliari del 21 e del 28 dicembre e del 7 gennaio, si è passati all’interrogazione del consigliere PD, Raffaele Marci, all’assessore alla Pubblica Istruzione, Antonella Pirastu, sulla situazione delle scuole in città e sull’incontro tenuto nello scorso luglio, dall’assessore con alcuni rappresentanti di un plesso scolastico. Marci chiede anche delucidazione sulla nomina di un consulente che, a detta del consigliere, è parte attiva in assessorato. Prontissima la risposta dell’assessore Pirastu: <<L’incontro è stato informale e in assessorato non è mai stato nominato un consulente>>. Nella sua controreplica, Marci, ribadisce che ci sono cose che non vanno e che, il vittimismo dell’assessore, manifesta la sua incapacità a gestire un assessorato cosi importante.

INTERROGAZIONE GIULIANO PILUDU SUI CONTRIBUTI EROGATI ALLE ASSOCIAZIONI CULTURALI Tra i punti all’ordine del giorno, anche quello sulla delibera di giunta dello scorso 29 dicembre, che rende noti i contributi erogati dall’amministrazione alle associazioni culturali. Il consigliere del PD, Giuliano Piludu, si chiede se questi fondi sono stati erogati in maniera equa., visto che per la Festa di Sant’Elena sono stati erogati 8 mila euro a fronte di una richiesta di 34 mila, solo il 23% della somma richiesta, mentre per i concerti di Natale, l’amministrazione ha versato oltre il 70% della somma.

All’interrogazione, risponde l’assessore alla Programmazione, Lucio Falqui, che, oltre ad elencare una serie di dati relativi all’erogazione dei contributi, ricorda la situazione di crisi generale e il fatto che questa amministrazione abbia versato per la Festa di Sant’Elena, per i cori di Natale e per altre manifestazioni, soltanto 21 mila euro.

ODG MURGIONI SUI PARCHEGGI A PAGAMENTO NELL’OSPEDALE BROTZU PARTE 1 Può

ordine del giorno sui parcheggi a pagamento davanti all’ospedale Brotzu dare problemi ad un intero consiglio comunale? La risposta è si. Nel suo ordine del giorno, il consigliere del PD, Rita Murgioni, ha chiesto al sindaco di impegnarsi, a dire un no concreto alla trasformazione di 1500 parcheggi da stalli gratuiti a parcheggi a pagamento. Motivo della trasformazione: pagare i parcheggi per fornire nuovi servizi quali un autolavaggio, un bar, chioschi. Il Sindaco, spiazzato da un ordine del giorno che non dovrebbe riguardare la città di Quartu, chiede una sospensione della seduta per convocare una conferenza dei capogruppo, per capire e mettersi d’accordo sul da farsi

LITE MARINI-TORRU Finita la conferenza capigruppo, i consiglieri tornano in aula.

Nei banchi della maggioranza si sente un po’ di tensione. Il consigliere del PDL, Lucio Torru e il capogruppo dei Riformatori, Gabriele Marini, arrivano ad una accesa lite verbale che gela consiglieri e spettatori. Il battibecco dei due prosegue per oltre dieci minuti.

Il presidente del Consiglio comunale, richiama per tre volte il consigliere del PDL e al terzo richiamo non rispettato, fa scendere dalle tribune due agenti della Polizia Municipale, che arrivati all’interno dell’emiciclo, accompagnano Lucio Torru fuori dall’aula.

Il consigliere più votato alle scorse elezioni, torna in aula poco dopo la ripresa dei lavori.

ODG MURGIONI SUI PARCHEGGI A PAGAMENTO NELL’OSPEDALE BROTZU PARTE 2 <<Il tema dei parcheggi a pagamento ci riguarda da vicino, soprattutto per i servizi che l’Ospedale Brotzu fornisce all’interno di una programmazione sanitaria nell’intera area metropolitana, Quartu compresa>>, cosi il capogruppo del PD, Gigi Ruggeri. L’ex Sindaco, punta ancora una volta, sulla scarsa sensibilità dell’amministrazione sulle esigenze dei cittadini.

<<Nella conferenza dei capigruppo, il Sindaco si è impegnato a farsi carico delle richieste della città, su questo tema. Non conosciamo le motivazioni dell’azienda ospedaliera, ma è vero che c’è poca informazione su questa vicenda.>>, ha risposto il capogruppo del PDL, Roberto Farci.

Votazione: 10 si, 16 no e 2 astenuti. Ordine del giorno respinto.

APPROVAZIONE DEL PIANO DELLA SOSTA “SO STARE A QUARTU” Dopo 14 anni, Quartu ha un nuovo piano della sosta. Il consiglio comunale l’ha approvato non senza troppe polemiche. Partiamo dall’inizio. Il piano della sosta era già stato illustrato dal capo della Polizia Municipale, nell’assise comunale del 28 dicembre. Piano introdotto dal presidente della Commissione Urbanistica, Carlo Melis <<Abbiamo elaborato questo piano, tenendo conto di alcuni fattori: favorire la sosta breve nelle zone nevralgiche della città e dirottare le soste più lunghe nella zone limitrofe.>>

Oltre al piano, sono state approvate anche alcune modifiche, quali, la durata del servizio, che passa da tre a cinque anni, la tariffazione 0,50 cent € all’ora per le zone ad alta intensità di traffico, nelle fascie orarie dalle 9 alle 13 e dalle 16 alle 20. Stesse fascie orarie, ma tariffazione che arriva a 1€ nelle zone del centro. Per quanto riguarda le modalità di pagamento, si potrà pagare la sosta anche con l’invio di un sms o con l’acquisto di una carta prepagata, dalla quale si potrà scalare l’importo, esattamente come accade per le ricariche dei cellulari.

Due le tariffe agevolate per i residenti: 20€ per sei mesi e 40€ per un anno. Non verrà concessa nessuna autorizzazione ai nuclei familiari che possiedono più di tre veicoli. Sarà la Giunta a discutere le agevolazioni per alcune categorie quali, tra gli altri, amministratori e imprenditori.

La risposta della minoranza è affidata al consigliere Francesco Piludu (PD): <<Abbiamo cercato una qualsiasi risposta politica a questo nuovo piano della sosta, ma non l’abbiamo trovata. E’ un piano che non ha nessun respiro europeo, che porta al +258% il numero di parcheggi a pagamento all’interno della città, che concentra i parcheggi liberi nella zona di Pitz’e Serra. Nel litorale, il numero dei parcheggi a pagamento arriva al +800%. I cittadini quartesi saranno costretti a trovare un parcheggio non a pagamento, nel giro di un chilometro. A chi porta vantaggio questo piano?>>.

A confermare la tesi esposta da Piludu, c’è il consigliere Secci: <<Questo piano non tiene conto delle utenze dei più deboli, dei disabili. Con la sua approvazione viene fatta passare una nuova tassa per i residenti del centro storico. In questo piano non c’è un parcheggio di scambio, sono completamente assenti>>. <<Dobbiamo dare alla città un senso di vivibilità e non lo facciamo certo con questo piano della sosta>>, ha detto l’ex IdV, Serra.

<<La maggioranza parla per atti, non parla in un dibattito. Voi avete perso il senso della rappresentatività delle persone che vi hanno votato, parlate per slogan. Bloccate la ciclabilità della città, chiudete la pista ciclabile di Via San Benedetto, e al Poetto, togliete i parcheggi gratuiti alle famiglie >>, esordisce Ruggeri, che continua: <<Gli indirizzi posti, a ottobre, dal consiglio comunale su questo piano, valgono esattamente quanto questo piano, che non ha una critica verso quello precedente, e non ha una funzione di servizio.>>

Pronta la risposta di Marini (Riformatori): <<Questo è un buon piano di sosta. E’ stato voluto dai cittadini, dai commercianti, dalla maggioranza sempre presente in commissione Urbanistica, cosa che non ha fatto l’opposizione. Proviamo a risolvere il problema del parcheggio selvaggio nella zona del litorale>>. Il coinvolgimento dei cittadini è stato ribadito anche dal capogruppo del PDL, Roberto Farci.

Il PD non partecipa alla votazione degli emendamenti proposti dalla commissione Urbanistica, che passano con 18 voti favorevoli e un astenuto.

Prima della votazione del piano, e dopo la dichiarazione di voto contraria del capogruppo del PD, è il presidente della Commissione a tessere per l’ultima volta le fila del discorso: <<Approviamo questo nuovo piano che, sia chiaro, non risolve il problema della sosta in città. Dobbiamo trovare altre soluzioni, quali quella della costruzione dei parcheggi sotterranei sotto il Mercato Civico e nella zona di Piazza IV Novembre. Dobbiamo pensare a delle zone off. E’ chiaro che da qui, dobbiamo partire per lavorare al nuovo piano del traffico, fondamentale per la nostra città>>.

Il nuovo piano di sosta viene votato con 19 voti favorevoli, 8 contrari e un solo astenuto.

L’assise vota anche un ordine del giorno del consigliere Serra. Con questo ultimo atto, si decide di destinare i proventi derivanti dal piano, in una voce di bilancio chiamata “Politiche di pedonalizzazione e ciclabilità”

Questo è il racconto del consiglio comunale.

Per chiudere. Quella tra Marini e Torru, più che una lite vera e propria, e sembrato un accesissimo battibecco.

Però, vi faccio notare un piccolissimo particolare. Dal mio “lancio di agenzia”pubblicato sulla mia pagina facebook, (APPROVATO IL NUOVO PIANO DELLA SOSTA. LITE TRA MARINI E TORRU. TORRU ESCE DALL’AULA ACCOMPAGNATO DALLA POLIZIA MUNICIPALE, ndr).. alla pubblicazione di questo post, ben 50 persone, sono entrate sul mio blog, hanno curiosato e hanno aspettato di leggere l’articolo, non tanto per l’approvazione per il piano della sosta, o per l’ordine del giorno sui parcheggi a pagamento del Brotzu, quanto per sapere che era successo tra i due consiglieri.

E questo che significa? Che a Quartu, come in tutta Italia, fa grandi numeri, titoli e incassi, chi propone un giornalismo urlato, fatto di slogan, e di finti scoop…

Chi ci capisce è bravo…

Andrea Matta

Quartu, 26 gennaio 2011

(Per la pubblicazione di questo post su altri siti internet, su blog o su altri media, si prega di citare la fonte.   Grazie, Andrea Matta)

Municipio Quartu Sant'Elena - Foto di Andrea Matta

RIFLESSIONI NATALIZIE: A NATALE FACCIAMO IL PUNTO

A Natale facciamo il punto. Si, facciamo il punto, senza entrare troppo nei dettagli, di tutte le cose che faccio da qualche mese a questa parte.

BLOG Partiamo da questo blog, nato un po’ per gioco, un po’ per una botta di egocentrismo ma che in alcuni casi è diventato una voce autorevole, soprattutto per i cittadini che voglio rimanere aggiornati sulle novità della città di Quartu. Grande successo per il racconto dei consigli comunali.
E’ incredibile quanto la gente si fidi di quello che legge su un blog o su un giornale, tanto da far si che molti protagonisti dei questi post sul consiglio mi chiedano dei chiarimenti <<Oh, ma che hai scritto sul blog? Ma io ho detto questo?>>, <<Cee, ma è vera questa notizia>>, etc etc.

Bello il blog, belli i social network, ma passiamo alla vita reale.

UNIVERSITA’ Può andare meglio. Pago gli errori di un quasi completo passivismo del primo anno Stiamo lavorando in attesa degli appelli di febbraio. Riparte il grande recupero.

RADIO Continua l’entusiasmante avventura con la radio e con Radio Golfo degli Angeli. Nuovi e vecchi progetti. Trovare il tempo per passare in radio a registrare i due programmi che scrivo e conduco, 91CAMPO, tutta farina “avariata” del mio sacco e TUTTI GIU’ PER TERRA con la grandissima Claudia “soldato”Sarritzu, è sempre una cosa facile. L’unico problema è avere qualche nuova idea, qualche nuova frase per poter sostituire quelle che uso abitualmente in ogni puntata. Due programmi diversi ma importanti. Nel primo, faccio la cosa che mi viene meglio: dire boiate con le voci di altri. Numeri alla mano, oltre sessanta personaggi in tre stagioni. Il secondo programma è nato quasi per caso.
C: <<Ti va di fare un programma sul lavoro in Sardegna?>>
A: <<Mah si, perché no>>
“Tutti giù per terra” è l’unico programma radiofonico che parla delle problematiche del lavoro in Sardegna, parlando di politica senza parlare di partiti, intervistando i protagonisti delle vicende.
Per chi non avesse mai sentito una puntata della nostra trasmissione, ecco la pagina dove sono raccolte tutte le puntate.

SCOUT – ABOS Nuovi impegni e nuove avventure. L’ingresso in Comunità Capi e l’impegno in reparto, mi porta via parecchio tempo ma se ben gestito e fatto con serenità e senza troppi stress, va bene. E’ stato un ritorno dato dal sentirsi in dovere di restituire qualcosa, quello che mi era stato dato nel mio cammino da educando.
Il rapporto con i ragazzi non è poi tanto difficile, un po’ come non lo è con i bambini.
Come ho scritto su Facebook, la frase che mi ha dato più soddisfazione durante quest’ultima e faticosa settimana è stata quella che ha detto la mamma di un bambino in cura al Microcitemico che al figlio più piccolo gli ha detto: <<Sai G. questo ragazzo fa ridere i bambini in ospdale>>. Piccole grandi soddisfazioni.

PROVINO LAPOLA Tutto è nato come un gioco.“Cerchiamo nuovi comici !”, perché non provarci. Detto, fatto. Ho cercato di portare al provino tutti i miei migliori personaggi, quelli fatti in tre anni di trasmissione, Pizzul, Galeazzi, Giurato, Mourinho, Raffa, Luzzi, Banfi e quelli che non fa nessuno, vedi Donadoni e, a detta di tutti, non è andata malaccio.
L’unica cosa certa, per ora, è stata l’ esordio in un locale cagliaritano con altri comici provenienti dai provini. Sarà stato l’esordio in un terreno sconosciuto, sarà stato il fatto di essere arrivato troppo carico e agitato e non è andata bene, secondo me. E’ stata una prova, ce ne saranno delle altre. A tutte le persone che mi hanno chiesto: <<Sei troppo bravo, mi hai fatto ridere. Ma ti hanno preso?>>, rispondo, che non so ancora come andrà a finire.
Di una cosa sono sicuro: è e resterà un gioco!!.
Per chi non avesse visto le mie prodezze televisive ecco i due link: dal sito di Videolina (si parte da 09.10) e la clip con la mia esibizione.

AMICI – FAMILY Family sempre presente, felice delle novità, anche televisive, di questi ultimi mesi, esattamente come gli amici e le persone che mi hanno fatto i complimenti per tutto quello che faccio. Ancora ricordo i 130 messaggi di buon compleanno su Facebook. Altre soddisfazioni.

Con tutte le cose che faccio, c’è poco tempo per fare altro, e allora, ecco il mio buon proposito per il nuovo anno: Una migliore gestione del tempo per non dover dire <<Non ce la faccio, non vedo quella persona, devo lasciare qualcosa per strada>>.

A proposito di tempo. Visto che dal 27 dicembre al 9 gennaio, starò a casa per due, tre giorni al massimo, uso questo post per farvi tanti auguri di Buon Natale e di un bellissimo 2011.

Ve lo dico sin da ora: ho il terrore degli sms con su scritto “tanti auguri a te e alla tua famiglia”, fin troppo freddi e delle cartoline natalizie, ma anche questo è Natale…

Auguri a tutti voi,

Andrea Matta
Quartu, 24 dicembre 2010.

(Per la pubblicazione di questo post su altri siti internet, su blog o su altri media, si prega di citare la fonte.   Grazie, Andrea Matta)

Presepe a casa Matta - Foto di Andrea Matta per andreamblog.wordpress.com

@AndreaMatta23 – Studente, speaker @RadioGolfo, web writer,attore, comico, scout, volontario